Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Palacio San Miguel Avana Cuba Press Tours

CUBA, LA CHIAVE DEL GOLFO Così fu definita Cuba dai colonizzatori spagnoli per la sua posizione strategica. Posta all’imboccatura del Golfo del Messico, in un punto dove convergono le tre Americhe, questa lunga e affusolata isola, la più grande dei Caraibi, dista solo 180 chilometri dalla Florida, 210 dal Messico, 140 dalla Jamaica e 70 da Haiti e Santo Domingo. Cuba con i suoi 114.097 kmq si allunga da ovest ad est in un semicerchio di circa 1.250 km ed é un ponte naturale fra l’universo anglosassone e quello latino. Cuba é circondata da più di 1500 tra isole e isolotti (i cayos), che formano quattro arcipelaghi: Canarreos, Colorados, Giardini del Re e Giardini della Regina. L’isla de la Juventud (2.200 kmq), cui Stevenson si ispirò per l’isola del tesoro, é la più grande tra le isole minori. Pianure, savane e distese erbose, ricche di palme, piantagioni di canna da zucchero e di tabacco si alternano alle regioni montagnose: la sierra de Los Organos nella regione occidentale, la sierra de l’Escambray nella regione centrale e la sierra Mestra nella regione orientale. “Terra più bella che occhio umano abbia mai visto” scrive di Cuba Cristoforo Colombo nel suo libro di bordo, quando vi approda il 24 ottobre 1492, convinto ancora di trovarsi in una provincia lontana dell’Asia. Solo 17 anni dopo, i 3.500 chilometri del perimetro di La Juana, (così l’aveva battezzata Colombo) vengono interamente circumnavigati da Sebastiàn de Ocampo e l’isola di Cuba trova il proprio posto nelle carte geografiche. Dal quel momento fino ad oggi Cuba ha visto avvicendarsi colonizzazioni, in un susseguirsi di eventi storici che hanno contribuito a formare quello che é oggi il patrimonio culturale ed umano di questo paese. CLIMA Tropicale. Nel periodo estivo ed autunnale vi è la possibilità di formazioni di tempeste tropicali che possono a loro volta trasformarsi in uragani. SICUREZZA Cuba non presenta particolari condizioni di pericolo per i viaggiatori, ma abbiate sempre il buon senso che usereste in qualsiasi parte del mondo. VIABILITÀ Patente: italiana. Assicurazione auto: non vi è obbligatorietà assicurativa per gli autoveicoli privati. Sono invece coperte da assicurazione le auto regolarmente prese a noleggio a condizione che alla guida vi sia il titolare del contratto o altra persona espressamente indicata nel contratto (c’è un sovrapprezzo in caso di più guidatori). Si raccomanda di effettuare verifiche sulla reale copertura offerta. In caso di incidenti stradali con altri mezzi di trasporto (ad es. con un taxi pubblico), si fa presente che l’assicurazione della compagnia del trasportatore non liquida il danno se non dopo il processo penale, ed in valuta locale. Norme di guida: guida a destra, sorpasso a sinistra. Limiti di velocità: nei centri urbani 50 km/h, strade principali 90 km/h, autostrade 100 km/h Press Tours sito

Consigli sanitari

SERVIZI SANITARI In considerazione delle caratteristiche climatiche dell’isola, si consiglia di bere acqua imbottigliata senza l’aggiunta di ghiaccio.

Documenti necessari

PASSAPORTO E’ necessario il passaporto con una validità residua di almeno tre mesi al momento dell’arrivo nel Paese e comunque con scadenza posteriore alla data di rientro in Italia qualora vengano superati i tre mesi di permanenza. VISTO D’INGRESSO Necessario. Il biglietto acquistato presso un tour operator in genere è già comprensivo del relativo visto; coloro che viaggiano individualmente, possono invece ottenerlo presso gli uffici consolari cubani presenti in Italia. Il visto d’ingresso viene concesso per un periodo massimo di trenta giorni, rinnovabile per ulteriori 60 giorni (per una durata complessiva di 60 giorni) dietro pagamento di una tassa statale presso i locali uffici delle autorità di immigrazione. Qualora non si provveda al rinnovo del visto nei tempi previsti dalla legge, le autorità cubane hanno la facoltà di rimpatriare il turista previo periodo di detenzione. Durante il suddetto periodo sono a carico del connazionale le spese di vitto e alloggio per un ammontare di 15 dollari al giorno circa. In particolare, si rammenta che il visto turistico non consente lo svolgimento di alcuna attività lavorativa o di attività diverse da quelle prettamente legate al turismo (come, ad esempio, la professione giornalistica). In caso di violazione delle disposizioni immigratorie cubane, le sanzioni sono piuttosto severe e comportano l’arresto immediato e l’espulsione.

Pubblicato il 3 marzo 2010 alle 20:16di Giovanni Frenda

Categorie: Destinazioni | Tag: Tags: , , , ,

Lascia un commento