Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Pubblichiamo questo articolo per fugare i dubbi di alcuni clienti rispetto alla ormai tragicamente famosa ’marea nera’. Vi informiamo che le correnti marine spingono il petrolio verso nord/nord-est. Il greggio ha gravemente colpito le coste americane di Lousiana, Mississipi e Alabama. Le coste del Texas e quelle Messicane invece non presentano perciò alcuna traccia del fenomeno.

Con riferimento alla Florida è opportuno chiarire che le coste minacciate sono unicamente quelle situate all’estremo nord-ovest al confine con l’Alabama, non quelle più rinomate come località turistiche della penisola. Per capire meglio la distanza tra Miami e il confine con l’Alabama considerate che può essere paragonata a quella tra la Puglia e la Costa Azzurra.

Nessuno degli Stati Messicani che si affacciano sul Golfo del Messico è colpito dalla ‘marea nera’, tantomeno le coste di Cancun e la Riviera Maya che non sono sul Golfo del Messico, ma sono invece rivolte verso il Mar dei Caraibi e distano più di 1.000 km dal luogo della fuoriuscita di greggio.
Sarebbe come dire che si teme per la costa sud-ovest della Sardegna all’indomani della fuoriuscita di petrolio sul Po.

Se avete dubbi siamo come sempre a disposizione per ogni ulteriore eventuale chiarimento.

Foto Giovanni Frenda

Pubblicato il 18 giugno 2010 alle 15:17di Giovanni Frenda

Categorie: Notizie | Tag: Tags: , , , , , ,

Lascia un commento