Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Messico - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Ieri abbiamo raccontato del tour Fly & Drive I volti del Messico di Press Tours, ci hanno chiesto maggiori informazioni sulla regione del Chiapas, forse una delle più belle in Messico, per la natura, i parchi, il folclore, le piccole città e i paesi.

Oggi parliamo in particolare della cittadina di San Cristòbal de las Casas.

Lo Stato del Chiapas, la cui capitale è Tuxla Gutierrez, è una delle regioni economicamente più povere in Messico, ma è ricchissima di bellezze da visitare, è costellata da numerose montagne, fiumi selvaggi, profondi canyon, e giungle. Qui troviamo sei dei più bei parchi nazionali del Messico, inclusi il Canòn del Sumidero, Agua Azul e le Lagune di Montebello.
Il parco nazionale di Agua Azul è costituito da una serie di piscine, stagni e fiumiciattoli, un insieme incredibilmente bello, ornato da fiori tropicali e da una giungla fitta ed esotica.
Il Canòn del Sumidero è un canyon stupefacente dalle pareti verticali di pietra alte 1.000 metri, che si snoda per circa 15 Km. Formato dal fiume Grijalva, prolifera di vita selvatica ed esotica. Il canyon si può ammirare dall’alto da diversi punti di osservazione.
La laguna di Montebello si trova vicino alla frontiera meridionale, tra il Messico e il Guatemala. Copre un’area di 960 ettari con più di 60 laghetti dall’acqua che, nelle giornate serene, diventa di un colore blu scuro, luogo ideale per rinfrescarsi con una bella nuotata.
Gli altipiani irregolari del Chiapas ospitano un insieme di villaggi indigeni e di città dell’epoca coloniale. Il cuore dello Stato è l’accattivante città di San Cristòbal de las Casas, uno dei più preziosi tesori del Messico.
Quando si sale alla città di San Cristòbal de las Casas il clima cambia, da tropicale varia fino alle più fresche temperature di montagna.
La città coloniale di San Cristòbal de las Casas si arrampica sulle colline che circondano una valle di foreste di conifere e di orchidee sugli altipiani centrali del Chiapas. San Cristòbal, una città dall’aspetto molto spagnolo e dal cuore decisamente indio, è una città dai viali pavimentati a basalto, con case dai tetti in tegole rosse e chiese opulente. Lunghe strade dritte percorrono in su e in giù le varie collinette che si irradiano dalla piazza principale. La serie di ‘barrios‘ (quartieri) in cui è suddivisa la città ha radici che risalgono ai tempi precedenti la conquista. Ogni barrio ha la sua speciale e particolare magia che affascina i turisti che la visitano, ai quali lascia un ricordo indimenticabile.
I vestiti, le tradizioni e le inclinazioni variano da quartiere a quartiere. La frizzante aria di montagna che si respira in città (altitudine 2.100 m s. l. m.) è rinvigorente come l’odore del fumo di legna proveniente dai caminetti.
Subito fuori dalla città inizia una serie infinita di villaggi, dove si parlano non meno di dieci lingue diverse.
Conviene iniziare a esplorarla partendo dal centro: tutto quello che c’è di interessante da vedere si può raggiungere a piedi.
Nella città di Chiapas San Cristòbal si trovano tanti edifici, monumenti, costruzioni d’importanza storica e culturale, che i turisti non possono assolutamente evitare di visitare. Tra questi c’è la piazza principale, lo ZOCALO, considerato il centro sociale della città, che attrae sia abitanti, sia visitatori, circondata da edifici del XVI secolo, alcuni dei quali appartenevano ai conquistatori spagnoli.
Sul lato settentrionale della piazza si trova la Cattedrale, del XVII secolo, nota per il suo elaborato soffitto dorato, per l’altare ornato e per l’atmosfera percettibilmente indigena. A ovest si può ammirare invece il Palacio Municipal, un’edificio neoclassico del XIX secolo, che al centro ospita un grande cortile interno. A sud si trova invece la più antica struttura della piazza, la CASA DE DIEGO MAZARIEGOS, in stile ‘plateresco’, tipico del XVI secolo, uno dei più eleganti esempi della cultura Messicana, attualmente sede dell’Hotel Santa Clara.
A circa quattro isolati a nord dello Zòcalo si trova la chiesa più bella della città, costruita tra il 1547 e il 1560, dalla facciata barocca di pietra color rosa, mentre l’interno è riccamente decorato con ‘retablos’ dorati.
Pochi isolati più a nord si trova il ‘mercado‘ cittadino, che si estende per otto isolati: si consiglia di visitarlo di mattina o il sabato. E’ raccomandata e consigliata la massima discrezione quando si scattano le foto visto che gli indios questa pratica non la gradiscono.

Press Tours nei suoi tour propone questi hotel che potete vedere nel link Hotel a San Cristobal de las Casas

Pubblicato il 1 luglio 2010 alle 11:09di Giovanni Frenda

Categorie: Destinazioni, Messico | Tag: Tags: , , , , , ,

1 commento

Lascia un commento