Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Rana nel Parco Nazionale di Kouchibouguac

Nel sud dello Stato della Florida, a circa 2 ore da Miami in automobile, accedendo attraverso la State Road 9336 (che collega Florida City a Flamingo, sulla costa), arriviamo tra la natura incontaminata e la fauna selvatica delle Everglades, famose tra i turisti di ogni età. Questa regione paludosa subtropicale – estesa in parte nelle Contee di Monroe, Collier, Palm Beach, Miami-Dade, Broward – è formata dall’acqua rilasciata dal Lago Okeechobee (di 1.890 km², profondo 3 metri), nel quale confluisce il Fiume Kissimmee. Le Everglades che sono, quindi, una lenta e poco profonda inondazione annuale dalle acque superficiali che scorrono in direzione sud-sudest su una zona pianeggiante, vengono chiamate ‘Mare d’erba‘, essendo interrotte soltanto da punti appena più elevati coperti da alberi, in genere cipressi.
La metà dell’area originaria che, nel corso del tempo, non è stata assorbita dall’agricoltura, è oggi protetta da un Parco nazionale (dichiarato tale dal ‘34, ma insignito nel ’47) e da aree di conservazione delle acque, che è anche Riserva della Biosfera degli Stati Uniti dal ‘76.
L’Everglades National Park, Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO e Palude di Interesse Nazionale dal 1987, copre 6.000 km² e preserva la porzione meridionale delle Everglades (a sud della lunghissima strada Tamiami Trail, che collega Miami a Naples sulla costa ovest della Florida).
Questo territorio, impossibile da esplorare per la fitta copertura della tagliente pianta Erba-sega (saw-grass, Cladium jamaicense), fu penetrata a metà ‘800 da diverse spedizioni dell’esercito degli Stati Uniti per scacciare la tribù degli indiani Seminole, unici presenti nell’area. La bonifica della palude iniziò nel ‘900; nel ’47, il presidente Harry S. Truman emanò l’ordine esecutivo di prosciugare la zona e decise di proteggerne oltre 8.000 km² con l’Everglades National Park. Nel 2006 è stata ordinata la riduzione dei livelli di fosforo provocato dai fertilizzanti impiegati nell’agricoltura e nella coltivazione della canna da zucchero.
Il Parco nazionale delle Everglades è circondato dalla Big Cypress National Preserve a nord, dalle aree urbane e agricole di Miami, Homestead e Florida City ad est, dagli stretti della Florida e delle Florida Keys a sud, dal Golfo del Messico ad ovest.Nel terreno molto fertile del parco, soggetto a frequenti inondazioni poi riassorbite, la vegetazione è lussureggiante per le numerose varietà di alberi (querce, limoni, aranci, alberi della gomma) e di fiori (soprattutto orchidee) indigene selvatiche.
Le numerose specie di fauna comprendono cervi, pantere e uccelli (aquile dalla coda corta, nibbi, fenicotteri dei Caraibi, ibis, pellicani). I corsi d’acqua ospitano lontre di fiume nordamericane, coccodrilli, mentre i lamantini e gli alligatori del Mississippi vivono agli estuari della palude.
Oltre a partecipare a battute di pesca guidata, è un’esperienza indimenticabile procedere a escursioni anche organizzate nelle praterie e nella giungla di mangrovie a macchia tra le paludi. Si può navigare tra le centinaia di piccoli laghi e fiumi in barca, kayak e canoa, oppure girare in bicicletta, oppure passeggiare per vedere da vicino gli animali e gli uccelli nel loro habitat naturale, le orchidee rare, la varietà di piante.

Nelle Everglades, Key West è una tappa del Tour The Best of Florida di Press Tours.

Pubblicato il 5 luglio 2010 alle 09:48di Antonella

Categorie: Destinazioni, Stati Uniti | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti

  1. Ada ha detto:

    Ambiente molto interessante, la sua biodiversità lo rende veramente affascinante,mi sono incuriosita guardando i telefilm CSI e leggendo l’esposizione di questo articolo ne sono rimasta veramente entusiasta,tanto che mi infrmerò ulteriormente.

  2. Giovanni Frenda ha detto:

    Ciao Ada siamo felici di averti interessato con il nostro articolo. Io ci sono stato due volte ed è incredibile specialmente se si pensa che siamo vicinissimi a Miami.
    Una bellissima esperienza che rifarò.

Lascia un commento