Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Rio de Janeiro (Brasile) - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Rio de Janeiro (Brasile) – Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Arrivati a Rio de Janeiro, la metropoli sudamericana capitale dello Stato omonimo e del Carnevale più festoso, siamo contagiati dallo stile di vita allegro e rilassato tipicamente tropicale dei ‘carioca‘ (i residenti). E’ domenica e, come tutte le famiglie, raggiungiamo le spiagge turistiche più famose al mondo attraversando un tunnel per accedere all’impressionante Laguna Rodrigo de Freitas, che limita gran parte della zona sud. E’ la giornata migliore per passeggiare sul lungomare tra ciclisti, pattinatori e amanti del jogging, visto che una parte del viale principale è per oggi pedonale. Risonanti di samba, le spiagge si susseguono: Leblon, la più chic, con il punto panoramico a Mirante do Leblon; Ipanema; Arpoador, popolare per il surf; Capocabana, lunga 4 km, con campi da beach volley. Guardando Rio da qui ci rendiamo conto di quanto si meriti appieno l’appellativo di ‘Cidade Maravilhosa‘: sorge in uno dei luoghi più spettacolari di ogni altra metropoli al mondo, tra le verdi montagne della foresta pluviale e spiagge di sabbia bianca sulle rive dell’Oceano Atlantico. In zona è interessante il Giardino Botanico (1808), nei pressi del pressi del quale si erge una delle colline più alte di Rio, Pedra da Gávea (842 m), sulla cui vetta giganteggia un’enorme formazione rocciosa enorme simile a una sfinge.
Oltrepassate Copacabana e Leme, al tramonto prendiamo due funivie in collina per salire fino a quasi 400 metri e ammirare Rio dall’alto. Alla prima fermata, a Morro da Urca, la vista è sulla costa di Baía de Guanabara sulla quale si stende l’agglomerato urbano e sulla piccola e tranquilla Praia Vermelha. Dall’alto del ‘Pan di Zucchero’ (Pão de Açúcar), il panorama è spettacolare: il monte Corcovado e il Cristo Redentore a ovest, la lunga insenatura di Copacabana a sud.
Tramite il tunnel Reboucas ritorniamo a nord. La giornata è limpida, l’ideale per dominare lo skyline di Rio. Arriviamo a 710 metri d’altezza, in cima al Corcovado (‘Gobbo’), dentro al Parco Nazionale di Tijuca, la più grande foresta urbana al mondo, salendo con il treno a cremagliera (c’è ogni mezz’ora) invece che in taxi e, come ci hanno consigliato, ci sediamo sul lato destro per godere meglio del panorama. Lassù, ecco la statua alta 38 metri del Cristo Redentore, insignita tra le ‘Nuove 7 Meraviglie al Mondo’. Costruita per commemorare il primo secolo di indipendenza del Brasile e diventata uno dei simboli più riconoscibili di Rio, di notte è illuminata e visibile da quasi ogni parte della città. Lo sguardo del Cristo è rivolto verso Pão de Açúcar, il braccio sinistro è puntato verso la zona nord, dove lo stadio di calcio Maracanã è in primo piano; l’aeroporto internazionale di Ilha do Governador e le montagne della Serra Órgãos sono in lontananza. Al di sotto del braccio destro del Redentore si vedono la laguna, l’Hipódromo de Gávea, il Giardino Botanico, Ipanema e Leblon.
In centro visitiamo il Parco Imperiale, un giardino pubblico del ‘700 e diverse chiese d’interesse storico (la Chiesa Candelária, la cattedrale d’epoca coloniale e quella moderna, ecc.). Il Teatro Comunale e la Biblioteca Nazionale risalgono alla Belle Epoque, molti sono i musei (Belle Arti, Storia, Arte Contemporanea, ecc.) da vedere. Dopo esserci diretti verso le imponenti arcate dell’acquedotto in stile romano Arcos da Lapa (metà ‘700), convertito in viadotto, andremo a passeggiare nel quartiere collinare di Santa Teresa. Ma prima bighelloniamo nel centro storico variopinto, vivace e rumoroso, tra edifici d’epoca e moderni, e poi sorseggiamo una caipirinha seduti in uno dei numerosi bar e caffè all’aperto.

Pubblicato il 6 settembre 2010 alle 04:12di Antonella

Categorie: Destinazioni | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

7 commenti

  1. Ake ha detto:

    Ciao! La spiaggia spagnola di Bahia de Portman ha vinto il concorso “Corona Save the Beach” e sarà completamente ripulita nei prossimi giorni.
    Ecco il link al concorso: http://www.coronasavethebeach.org/bahia-de-portman-vince-il-contest-corona-save-the-beach-2010/comment-page-1/#comment-1575

  2. Ignacio ha detto:

    Grande articolo e foto grande! Rio de Janeiro è una città meravigliosa. E ‘una città molto vitale, che si trova in uno scenario naturale stupefacente. C’è sempre qualcosa da fare a Rio de Janeiro: Spiaggia, sport, relax!

  3. Giovanni Frenda ha detto:

    Grazie Ignacio per il tuo commento, ogni tanto scrivici e raccontaci le cose belle che ci sono in Brasile, magari mandaci qualche bella foto che la pubblichiamo.
    Ciao Giovanni

Lascia un commento