Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Gli amici di CROCIERA MIA hanno inserito un bell’articolo che parla del problema del rinnovo della carte d’identità e della loro validità per chi si reca all’estero per turismo. Lo riprendiamo anche per i nostri lettori.
Negli ultimi mesi, un’ulteriore spada di Damocle ha colpito i viaggiatori italiani. Con in mano la carta di identità perfettamente valida, alcuni viaggiatori italiani si sono visti talora respingere al confine in paesi ExtraUE nei quali è permesso l’ingresso a fini turistici con la sola carta di identità in alternativa al passaporto.
Come saprete, ai sensi dell’articolo 31 del D. L. 25/6/2008 n.112 dal 2008 gli Uffici Anagrafe italiani sono autorizzati al rinnovo della carta di identità attraverso l’apposizione di un timbro sul retro del documento che ne proroga la validità stessa di 5 anni.
Nessun problema, se non fosse che alcuni paesi ExtraUE non sono stati a suo tempo avvisati della novità e all’arrivo dei primi viaggiatori “timbrati” hanno chiuso la porta e rimandato lo sfortunato viaggiatore al mittente.

Il dubbio di partire con un documento considerato non valido si insinua, ma da oggi finalmente le carte in tavola sono state cambiate. Ecco il comunicato del Ministero degli Esteri, alleghiamo il link che stabilisce che abbiamo la possibilità, che consiglio di utilizzare, di sostituire con una carta d’identità nuova quelle che sono state prorogate con un timbro dai Comuni.

Partire informati aiuta ad evitare spiacevoli sorprese.

Pubblicato il 7 dicembre 2010 alle 12:22di Giovanni Frenda

Categorie: Notizie | Tag: Tags: , , ,

Lascia un commento