Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Seychelles - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Seychelles – Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

L’arcipelago delle Seychelles – il Paese meno popolato in Africa e di minore estensione al mondo – è diventato leggendario per le spiagge incantevoli, per la spettacolare grande varietà di vita marina e per la lussureggiante vegetazione tropicale (protetta in parchi e riserve naturali su quasi la metà del territorio nazionale). La bellezza naturale incontaminata ne contraddistingue le 115 isole e isolotti (in gran parte disabitati) – oltre a scogliere, banchi corallini e sabbiosi – sparsi nell’Oceano Indiano occidentale a sud dell’Equatore, a est del Kenya e a nord-est dell’isola del Madagascar. Due siti delle Seychelles sono stati inseriti nel Patrimonio mondiale dell’UNESCO: l’atollo di corallo di Aldabra – uno dei maggiori sulla Terra, habitat della più popolata colonia di tartaruga gigante – che racchiude un’immensa laguna e il Parco Nazionale di palme (integre dalla preistoria) Vallée de Mai sull’isola di Praslin, sulla quale cresce la maggior quantità mondiale della specie endemica di cocco di mare dai frutti che possono superare il peso di 20 kg contenenti il seme più grande in natura.
Nello Stato insulare delle Seychelles – spiega Press Tours – le più attrezzate ad accogliere il turismo sono soprattutto Mahé – sede della capitale Victoria e dell’aeroporto internazionale – e le vicine più piccole Praslin e La Digue. Qui si concentrano le spiagge più da sogno come quelle di Beau Vallon e Grand Anse (Mahé), Anse Lazio (Praslin), Grand Anse e Ptit Anse (La Digue). Appartenenti al gruppo delle 41 isole oceaniche centrali granitiche e rocciose, sono caratterizzate da una stretta fascia costiera di spiagge bianco-argenteo, da lagune d’acqua limpidissima e da verdeggianti colline (con la massima elevazione del Morne Seychellois a 905 m.s.l.m.). Le 74 isole coralline esterne, affioranti di pochi metri dal mare, scarsamente abitate e per lo più senza acqua, habitat di molte specie di fauna selvatica, sono suddivise nei 5 raggruppamenti insulari di Alphonse (l’unico turistico), Amirantes, Southern Coral, Farquhar e di Aldabra, tutti raggiungibili su imbarcazioni e piccoli aerei.
Subacquei e appassionati di snorkeling arrivano qui per il diving di fama mondiale nei tantissimi punti di immersione all’interno dei parchi marini, vicino alla costa delle isole centrali, nelle lagune (ideali per principianti), mentre in quelle selvagge esterne si divertono i più esperti. Attorno alla scogliera sottomarina di Alphonse Island si possono vedere tartarughe marine, polpi, calamari, milioni di pesci di grandi dimensioni e il passaggio delle balene ad ottobre. Oltre a praticare windsurf, vela e pesca, giocare a golf e a tennis, andare a cavallo, fare escursioni a piedi o in bicicletta, è interessante dedicarsi allo birdwatching per osservare in particolare la colonia di oltre 300mila uccelli sulla piccolissima Cousin Island (1 km di diametro).
La bellezza delle spiagge deserte – rinfrescate dalla brezza e da folte palme – lambite dal mare turchese e della barriere coralline con più di mille specie di pesci tropicali guizzanti renderanno straordinaria una vacanza tranquilla alle Seychelles, dove la temperatura media costante è di circa 27° in ogni periodo dell’anno.

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

Pubblicato il 31 gennaio 2011 alle 08:19di Antonella

Categorie: Destinazioni, Oceano Indiano e Dubai | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 commento

Lascia un commento