Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Attrazioni intramontabili di grande richiamo turistico – consigliate anche da Press Tours – in gran parte dichiarati Patrimonio mondiale dell’UNESCO sono i resti e le rovine dei siti archeologici in cinque aree nel sud del Messico.

ALTOPIANO CENTRALE: Il colossale Teotihuacan (la ‘città degli dei’ degli Atzechi), dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987, è un sito archeologico tra i più visitati in Messico. Nell’area dell’altopiano troviamo altri siti archeologici come l’enorme Tenochtitlàn, la capitale dell’Impero Azteco; Tula, la capitale dei Toltechi; Cuicuilco, la città più antica nella Valle del Messico.

STATO DI OAXACA: nella Valle di Oaxaca fiorì la civiltà indigena pre-colombiana Zapoteca della quale sono rimaste testimonianze archeologiche come Monte Albàn, la città principale degli Zapotechi e uno tra i più importanti esempi di urbanesimo nel Centro America; Mitla, il principale centro cerimoniale di questa zona, interessante come i resti di Yagul.

COSTA DEL GOLFO: negli Stati confinanti di Veracruz (con a sud gli Stati di Oaxaca e del Chiapas) e di Tabasco si trovano il sito dell’antica città dall’architettura straordinaria di El Tajìn, una delle più importanti e vaste del periodo classico della Mesoamerica; La Venta, centro in terra e argilla della civilizzazione Olmeca; Comalcalco, costruzioni ad uso civico e religioso del periodo classico Maya, le uniche in mattoni di creta; Tres Zapotes, uno dei siti archeologici di maggiore rilievo nella pianura costiera del Golfo del Messico.

STATO DEL CHIAPAS: situato nel sud-ovest del Messico, è attraversato dal fiume Usumacinta nei pressi del quale si trovano le rovine di Palenqua, città-stato dei Maya; Toninà, labirinto monumentale alle pendici della sierra; Yaxchilàn, Acropoli e strutture con una grande quantità di sculture nella giungla.

PENISOLA DELLO YUCATAN: Mèrida, la capitale dello Stato dello Yucatán (nel sud-est del Messico, confinante a nord con il Golfo del Messico), può essere il punto di partenza alla scoperta dei tesori Maya. L’importante complesso Chichèn Itza è uno dei più grandi e meglio curati in Messico; Uxmal è un esempio di rara bellezza dell’architettura Maya e si trova in ottimo stato di conservazione strutturale; Tulum, uno dei siti più antichi, è collocato in una particolare posizione sulla costa a picco sul mare. Molte rovine – come Becan, Calakmul, Edzna (uno dei più importanti siti archeologici dello Stato), Río Bec, Xpuhil, Xtampak – sono da visitare nello Stato di Campeche (confinante con quello dello Yucatán a nord-est e con il Golfo del Messico a ovest). I resti dell’insediamento preispanico di Xel-Hà si trovano sulla costa orientale della penisola dello Yucatan, nello Stato di Quintana Rooe, come i gruppi architettonici con diverse grandi piramidi di Cobà.

Foto Giovanni Frenda

Pubblicato il 14 febbraio 2011 alle 08:25di Giovanni Frenda

Categorie: Destinazioni, Messico | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti

Lascia un commento