Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Written by Rivista IL SUBACQUEO 09/05/2011 17.00.31

UNA META PER I SUB LA REPUBBLICA DOMINICANA È UNA DELLE METE PREFERITE DAI SUBACQUEI, CHE, PRATICANDO IMMERSIONI NEL MARE CARAIBICO, GODONO DI FONDALI MARINI DAVVERO INCREDIBILI, TRA ANTICHI RELITTI E UNA FAUNA SPETTACOLARE. REPUBBLICA DOMINICANA: UNA SUGGESTIVA REALTÀ SOTTOMARINA

La Repubblica Dominicana è famosa per i suoi 1600 km di spiagge incontaminate. Il mare cristallino caraibico, incredibilmente limpido, nasconde nel profondo un mondo affascinante, da vivere intensamente fuori e sott’acqua.
Una dimensione all’apparenza invisibile, da scoprire facendo immersioni, ma anche per gli appassioni di tutti gli sport acquatici e per chi desidera una dimensione schietta dove trovare il massimo relax. La fauna marina è costituita da specie dai colori incredibili.
Molti sono gli habitat e gli ecosistemi: barriere coralline, caverne e relitti di navi risalenti al periodo dei pirati: un tuffo in un affascinante pianeta sommerso, in una realtà vivace e misteriosa.
Un paradiso sommerso Press Tours, tour operator leader sui Caraibi, e l’Ente del Turismo della Repubblica Dominicana ti danno un “piccolo assaggio” dei tesori subacquei, «Ma per riuscire ad avere un’idea più precisa di tale spettacolo naturale, è necessario vederlo con i propri occhi.”: così come ha affermato Magaly Toribio, vice ministro del Turismo per la Promozione Internazionale.
Diversi sono i punti d’immersione. All’Isola di Saona le formazioni di coralli e le spugne sono spettacolari. Incredibile è la varietà ittica, con abbondanza di cernie, barracuda e molti altri pesci tipicamente tropicali. Sono possibili incontri con grandi aquile di mare, murene verdi e squali nutrice.
Meno frequenti, ma non impossibili, specialmente nei mesi invernali, gli incontri con i lamantini e varie specie di squali, come il pinna grigia e lo squalo toro. Catalina è una meravigliosa isola con spiagge di sabbia bianca prossima alla costa sud-orientale della Repubblica Dominicana. Una catena di rocce forma una barriera naturale a circa 500 metri dall’isola.
Sulla caduta potrete ammirare coralli verdi e neri e spugne multicolori. Spesso si trovano squali nutrice, tartarughe e murene verdi. L’abbondanza di spugne e coralli ha creato l’ambiente perfetto per branchi di pesci angelo, pesci farfalla e pesci scatola, barracuda e cernie tropicali. Anche l’isola Catalinita appartiene al Parco Naturale della costa orientale, riserva naturale protetta. È una piccola isola vergine, dove è proibito perfino sbarcare. La zona di Samanà è interessante per alcune immersioni, anche più impegnative, in particolare intorno a Las Galeras.
Da non perdere, la torre di corallo Cabo Cabron e altri punti ricchi di coralli, come Las Tres Puertas (tre porte) e La Piedra (La Pietra).
Nella zona di Bayahibe si può fare l’immersione al relitto Saint Georges: senza dubbio una delle più belle immersioni di queste acque. Da non perdere anche le immersioni notturne alla barriera corallina di Bayahibe. La notte vela un mondo affascinante, mostrandoci l’incredibile varietà di pesce che di giorno riposa e di notte è in piena attività.

Press Tours ti permette di costruire in tutta libertà la tua vacanza nella Repubblica Dominicana per esplorare questo affascinante mondo sottomarino. Puoi scegliere di soggiornare presso il Viva Wyndham Dominicus Beach, situato sulla spiaggia di Bayahibe, nella provincia di La Romana, e ubicato a ridosso del Parco Nazionale dell’Est: un ecosistema di palmeti, mangrovie, fregate, stelle marine e pitture rupestri dell’epoca Tainos. Il centro diving Viva propone un’ampia offerta rivolta a tutti i clienti del resort che desiderano scoprire le meraviglie di questo suggestivo angolo di mare. Le immersioni vengono organizzate nei pressi dell’Isola di Saona.

INFO & CONTATTI PRESS TOURS – www.PressTours.it; diving@presstours.it

Pubblicato il 17 maggio 2011 alle 08:51di Giovanni Frenda

Categorie: Notizie, Repubblica Dominicana, Viaggi sub | Tag: Tags: , , , ,

Lascia un commento