Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Nevis, St. Kitts & Nevis - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Vicino all’estremità settentrionale dell’arcipelago delle Piccole Antille, a 80 km da Antigua (a ovest) e a 350 km da Porto Rico (a est-sud-est), la tranquilla piccola isola di Nevis (93 km²) di forma conica affiora dal Mare dei Caraibi al centro della catena di isole più a sud delle Isole Sottovento nelle Indie Occidentali. Appartenente allo Stato insulare di Saint Kitts e Nevis nell’America Centrale, occupata al centro da un vulcano spento, la ‘Regina dei Caraibi’ è contraddistinta da foreste pluviali tropicali incontaminate e da chilometri di spiagge pubbliche indisturbate di sabbia bianca corallina, perfette anche per passeggiare, come Newcastle Beach e Pinney’s Beach, la più lunga (6,44 km) e incantevole, ventosa e deserta, delimitata da palme da cocco lungo la costa a nord della capitale Charleston. Si trovano anche spiagge sabbiose giallo dorate, rossastre o nere di tipo vulcanico (a sud), ma in gran numero sono soprattutto a nord e a ovest: la candida e riparata Oualie Beach (nord-ovest) è frequentata dagli appassionati di sport acquatici (immersioni, snorkeling, windsurf), per partire per escursioni alle vicine barriere coralline e per noleggiare biciclette; si pratica snorkeling anche a Gallow’s Bay, Long Haul Bay e Herbert’s Beach, oltre a nuoto, come a Cades Bay e nell’appartata Lovers Beach, mentre osservazioni di birdwatching a Ft. Ashby.
Il soleggiato clima tropicale rinfrescato dalla brezza è l’ideale per tutti gli altri sport outdoor divertenti per le famiglie in vacanza. Oltre che a tennis, si può giocare su un campo da golf a 9 buche e su quello a 18 buche costruito nel 1991 da Robert Trent Jones II (uno degli architetti del settore più famosi al mondo) per il Four Seasons Resort Nevis (5 Stelle) a Pinney’s Beach.
Con una guida turistica è interessante salire lungo le pendici della montagna di Peak Haven, ricca di varietà di flora e fauna (in primis scimmie della specie dei Cercopitechi verdi), che offre una superba vista panoramica sulle vicine isole di Antigua, Redonda e Montserrat. Ci si può arrampicare su diversi altri sentieri, raggiungere le vicine aree di Devil’s Copper, New River Spring e le tre cascate o le sorgenti calde di acqua dolce potabile di origine vulcanica, in particolare lungo la costa occidentale, che valsero all’isola il nome indigeno di Oualie, ‘Terra di belle acque’. Passeggiate a piedi, a cavallo, su mountain bike consentono escursioni avventurose di ecoturismo lungo la Upper Round Road (14,8 km) risalente al sistema del ‘600 costruito per raggiungere i campi di canna da zucchero.
Alla sera si può immergersi nell’atmosfera di Nevis al ritmo della musica calypso suonata dal vivo, consiglia Press Tours, dopo un tradizionale barbecue.

Combinate a vostro piacimento due isole dei Caraibi con voli di linea
clicca qui per effettuare un preventivo sul nostro sito.

Sailing to Nevis
Photo Sailing to Nevis by Chrissy Olson, on Flickr” | (CC BY-ND 3.0)

Pubblicato il 14 giugno 2011 alle 13:18di Antonella

Categorie: Caraibi, Destinazioni | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 commento

Lascia un commento