Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Lake Tahoe

Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Con paesaggi naturali contrastanti su 172 isole registrate con 480 km di coste tra il nord-ovest degli Stati Uniti e Vancouver Island (British Columbia, Canada), l’arcipelago di San Juan Islands di 700 formazioni insulari, compresi isolotti e scogli, è una frequentata destinazione turistica rinomata per il kayak in mare e per il whale watching di orche e balene. I litorali comprendono spiagge sabbiose e rocciose costellate di tranquille baie più o meno profonde con boschi di alberi di Madrone (Arbutus menziesii), tipici delle regioni costiere occidentali statunitensi, mentre il resto del territorio è in gran parte collinare, intervallato da zone pianeggianti, vallate piuttosto fertili con foreste di abeti e di pini su vaste aree interne, spiega Press Tours.
Appartenente allo Stato di Washington, il gruppo di isole di San Juan furono tracciate e denominate ‘Archiepelago Isla y de San Juan’ nel 1791 dall’esploratore spagnolo Francisco de Eliza in spedizione per conto del Messico.
In particolare le isole più estese – San Juan Island (o Friday Harbor), Lopez Island, Orcas Island, Shaw Island – su più di tre quarti della massa terrestre dell’arcipelago offrono una gamma di attrazioni adatte a tutta la famiglia, come attività sportive a contatto della natura all’aria aperta in bicicletta, trekking (sentieri litorali e tra foreste), arrampicatapasseggiate, escursioni (di diversa lunghezza e difficoltà), vela, pesca, golf (Orcas Island).
L’osservazione di una grande varietà di specie di balene (grigie, balenottere, megattere) nelle acque delle San Juan Islands (con eco-tour guidati) riguarda per lo più il passaggio delle orche tra metà aprile ed i primi di ottobre, soprattutto da fine maggio a settembre. Prestando molta attenzione, anche da riva si possono vedere cetacei, delfini, foche, leoni marini nella prospettiva eccezionale del paesaggio offerto dal Whale Watch Park (Lime Kiln Point State Park sull’isola di San Juan, oltre alla fauna costiera e aviaria (aquile, centinaia di specie di uccelli marini). Dai kayak a pagaia si intravvedono nelle acque azzurre esemplari di stelle marine, anemoni, ricci di mare, cetrioli di mare, polpi (in particolare ad Orcas Island tra fine maggio e settembre), centinaia di specie di pesci e di invertebrati marini. Gabbiani, cormorani, pulcinelle e beccacce di mare, oltre a foche sono visibili su due isolette nel santuario del
San Juan Islands National Wildlife Refuge, che comprende un totale di 83 isolotti, rocce, scogliere, foreste, tutti sparsi e disabitati, 80 dei quali designati riserva selvaggia.
Non esistono piste ciclabili sull’arcipelago, ma il ciclismo è praticabile a tutti i livelli: in una giornata si può girare osservando la fauna selvatica su Lopez Island, l’isola meno collinare; San Juan Island è più impegnativa, con una quantità di luoghi di interesse da richiedere due o tre giorni; Orcas Island è più ardua anche per esperti ciclisti in forma che devono misurarsi in collina, ma se riescono a raggiungere la cima della vetta più alta, Mount Constitution (800 m), la vista dall’alto sul panorama sottostante finisce di togliere il respiro.
Dopo il relax in spiaggia godendo di un panorama marino e montuoso, si può girare tra gallerie d’arte, fare shopping nelle boutique in Friday Harbor, a Eastsound (il centro abitato di Orcas Island) o in Lopez Village prima di coronare la giornata con un’ottima cena.

San Juan Islands
Photo “San Juan Islands by HeyRocker, on Flickr | (CC BY 3.0)

Pubblicato il 29 giugno 2011 alle 09:03di Antonella

Categorie: Destinazioni, Stati Uniti | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento