Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

N. 18 – 15 LUGLIO 2011

TREND

Flessibili, piccoli e dinamici, attenti ai costi e al controllo finanziario, con una tecnologia sviluppata che consente di fare preventivi online rapidi e intelligenti, e la garanzia sul prezzo, sulle fluttuazioni monetarie e sul fuel, Press Tours, cresce nel segmento alto e punta a un buon inverno, forte delle novità, Oceano Indiano e tutti i Caraibi minori
di Marzia Bertacca

O V E R S T O R Y
Il figlio che ogni imprenditore sogna, Fabio Landini ha prima seguito e poi affiancato la madre, Graziella Ienna, alla conduzione di Press Tours. Secondo principi di laboriosità e onestà, trasparenza e serietà nei confronti delle agenzie di viaggio e del cliente finale.

Anno dopo anno finalmente il settore si è accorto che questo operatore fa la differenza?

Raccogliamo i frutti della nostra politica a tutela dei consumatori con il prezzo garantito e le tutele sugli adeguamenti carburante. Con Press Tours si ha la sicurezza di poter prenotare con la garanzia del riadeguamento al prezzo più basso offerto da Press Tours anche all’ultimo minuto.

Questo aspetto sta venendo fuori anche sui gruppi. Diverse agenzie si sono trovate a scegliere altri operatori per prezzi apparentemente più vantaggiosi, trovandosi poi a pochi giorni dalla partenza la sorpresa di un adeguamento consistente da far digerire al cliente. E se questi, come individuale, ha il diritto di recedere se l’aumento supera il 10% dell’importo del pacchetto, come azienda ad esempio non ha la medesima possibilità.

E la voce “adeguamento carburante” è una variabile che non si può ipotizzare ed è frutto di un calcolo complesso. Noi diamo sempre – anche ai gruppi – la possibilità di bloccare il prezzo sulla base di proiezioni e ricorrendo a una copertura assicurativa da pochi euro che garantisce dalle oscillazioni di dollaro e carburante.

Quanto è compreso questo vantaggio dalle agenzie?

Poco a poco è entrato nell’ordine di idee di chi lavora con noi abitualmente e poi anche il passaparola fra loro fa sì che diverse agenzie si avvicinino a noi per venderci. L’esempio virtuoso fa la differenza. Abbiamo di recente venduto con dollaro svalutato bloccando solo quello e lasciando il carburante fluttuare. Così, nel frattempo è calato e l’agenzia ha guadagnato quello che non avrebbe mai sperato di poter fare vendendo quella pratica, ma al contempo ha fatto anche risparmiare il cliente. Ecco come bisogna lavorare per restare sul mercato!

Press Tour oggi ha raggiunto una buona posizione proprio nel segmento taylor made. Quali sono i vostri punti di forza?

Questa politica di prezzi trasparenti e la collaborazione in sede di preventivo con la nostra consulenza, la velocità tecnologica del nostro sistema di prenotazione Chiara, un booking preparato in grado di consigliare l’agenzia sul prodotto più idoneo al cliente, senza perdere tempo con il preventivo scritto che viene fatto dall’agente stesso, la continua formazione interna, le garanzie sui prezzi finali bloccati, sono l’insieme che ha generato la fiducia nelle agenzie e la soddisfazione nel cliente finale che ha trovato sempre il prodotto che avevamo promesso.

Che vengono premiate anche con buone commissioni?

Sì, siamo consapevoli che le agenzie sono strangolate. Optiamo per una politica meritocratica che va dal 10 al 13 per cento, aumentabile di un punto con la prenotazione online. Che oggi tocca quasi il 65%. E se si pensa che l’80% del prodotto Press Tours è non standardizzato, ma componibile, il risultato dell’impegno di anni, è finalmente davvero eclatante.

Cosa ha insegnato il mercato in questi ultimi anni difficili ai tour operator?

Che dobbiamo vendere servizi (non posti aerei e camere d’albergo), che dobbiamo saper comporre in economia viaggi su misura, dando assistenza prima durante e dopo, scegliendo buoni alberghi nella gran quantità di prodotto che non è sempre all’altezza dei gusti e delle aspettative degli italiani, controllandone la qualità attraverso il nostro personale, e infine saper dare i consigli giusti per ciascun tipo di cliente affinché non sbagli la propria scelta e la vacanza. Le agenzie non possono da sole sapere tutto di tutto il mondo, il t.o. deve sapere tutto delle destinazioni che propone. Insieme la squadra vince.

Cioè la personalizzazione delle vendite sarà il futuro del settore?

Certo, sarà la tutela del lavoro dell’agente di viaggio e di noi operatori. Molto di più in futuro sarà venduto via internet. Il pacchetto “banale” si scontrerà sempre di più sul prezzo, come al supermercato. Il pacchetto pensato e consigliato dall’agenzia farà riflettere il cliente sull’opportunità di acquistare qualcosa di diveso, più razionale e con buon rapporto prezzo-valore. Pensate a un Varadero secco di una settimana acquistato su internet, volo + hotel e transfer. Bene, il volo arriva all’Avana, ci sono 2 ore di pullman per Varadero e si arriva scoppiati. Poi, durante la settimana vuoi non fare l’escursione all’Avana? Altre 4 ore, più i costi. Poi ritorni in aeroporto, altre due ore. Sei andato avanti e indietro 8 ore con il pullman, hai speso di più che non fare subito un bell’Avana con uno o due pernottamenti e visita della città e poi transfer a Varadero per il mare. Questo è il lavoro dell’agente di viaggio.

Il mercato però soffre, gli italiani hanno meno soldi per le vacanze.

Sul target medio scendono diversi prodotti, vero. Ad esempio noi vendiamo ormai molto di più 5 stelle rispetto a 4 stelle. Lentamente stiamo salendo a presidiare la nicchia alta del mercato che vuole il servizio ed è disposta a spendere pur di avere la miglior consulenza e la garanzia di aver fatto un buon acquisto. Dalle nostre statistiche risulta che il segmento alto per noi è cresciuto del 40% e ancora crescerà. Non vogliamo niente che non sia fatto con scrupolo e attenzione, ma deve avere il giusto valore per tutti. Basta fare le opere filantropiche per mandare la gente in vacanza sottocosto. Anche così diversi si sono rovinati.

Pubblicato il 6 luglio 2011 alle 19:16di Paolo Zaccheo

Categorie: Destinazioni, Notizie | Tag: Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento