Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
New York - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

L’11 settembre 2011, giorno del 10° anniversario della strage terroristica alle Torri Gemelle, sarà inaugurato a New York il nuovo National September 11 Memorial a Ground Zero con una cerimonia strettamente riservata alle famiglie delle vittime degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 (Ground Zero a NY, Pentagono a Washington, Shanksville in Pennsylvania) e del 26 da febbraio 1993 (World Trade Center, NY).
E’ fissata per il 12 settembre 2011 l’apertura ufficiale al pubblico del monumento ‘9/11 Memorial’ nella parte bassa di Manhattan. A causa dei lavori di costruzione in corso nella zona circostante, è stato attivato dal 12 luglio un sistema di prenotazione obbligatoria dei pass personali d’ingresso (riportanti data e orario) disponibili a titolo gratuito online sul sito del National September 11 Memorial & Museum e da stampare dopo la conferma oppure telefonicamente al (212) 266-5201 con orario 09:00-19:00 tutti i giorni.
Per evitare sovraffollamento, potranno entrare circa 1.500 persone alla volta (incoraggiate a rimanere in visita circa un’ora) dall’ingresso al n. 1 Albany St., all’incrocio tra Albany Street e Greenwich Street. Dopo un percorso di quasi un chilometro per i controlli di sicurezza, si accederà in Memorial Plaza, tra 400 alberi di quercia bianca e, infine, al National September 11 Memorial: due giganteschi specchi d’acqua (‘Memorial Pools‘) al posto del vuoto rimasto dalla Torre 1 (Torre Nord, Freedom Tower) e dalla Torre 2 (Torre Sud) originali distrutte, alimentati a flusso continuo da una maestosa cascata sgorgante dal perimetro quadrato di ognuno. Attorno alle vasche, i parapetti riporteranno incisi su bronzo i nomi delle 2.983 vittime degli attentati terroristici raggruppati in base ai legami affettivi, famigliari o lavorativi che hanno avuto in vita. Gli architetti americani Michael Arad e Peter Walker, vincitori tra gli oltre 5.000 internazionali nel concorso indetto nel 2003 dalla Lower Manhattan Development Corporation (LMDC), un’organizzazione no-profit costituita per pianificare la ricostruzione di Lower Manhattan, hanno iniziato a costruire, nel 2006, uno spazio immenso, vuoto e aperto, a promemoria significativo della perdita e dell’assenza generate dalla distruzione del World Trade Center e tributo altamente simbolico dal messaggio di speranza e di rinnovamento.
Per ritornare sul sito chiuso al pubblico da 10 anni, ricostruito grazie a una catena di donazioni per onorare le vite innocenti stroncate e per ricordare i tragici fatti compiuti, destinato a diventare il luogo sacro per eccellenza negli Stati Uniti, la risposta è stata giustamente immediata, commenta Press Tours: 5.000 prenotazioni nella prima ora on line e 42.000 dopo 24 ore.
Mentre proseguirà la costruzione del World Trade Center, il National September 11 Museum sarà terminato nel 2012, la Memorial Plaza rimarrà provvisoriamente chiusa da ogni lato, eccetto la parte di accesso pubblico per il Memoriale, fino al 31 dicembre 2013.

Ground Zero, May 2, 2011
Photo Ground Zero, May 2, 2011 by fimoculous, on Flickr │ (CC BY 3.0)

Pubblicato il 22 luglio 2011 alle 10:43di Antonella

Categorie: Destinazioni, Stati Uniti | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.