Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

Raccoglitrice di Te Sri Lanka - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Raccoglitrice di Te Sri Lanka – Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Lo Stato dello Sri Lanka si è posto l’obiettivo ambizioso di riuscire ad attrarre 2,5 milioni di turisti stranieri in vacanza entro i prossimi 5 anni. Su quest’ isola dell’Asia a sud-est dell’India e delle Maldive, tra l’Oceano Indiano, il Golfo di Mannar e il Golfo del Bengala, 500.000 turisti sono sopraggiunti nei primi 8 mesi del 2011 apportando un’entrata di 1,2 miliardi dollari. Le previsioni sono superiori al 20 per cento di arrivi quest’anno, ossia oltre 780.000 persone e 1,5 miliardi dollari a fronte dei 654.000 visitatori dell’intero 2010. I dati sono stati ufficializzati dalle autorità del settore turistico dello Sri Lanka dopo essere stati presentati al Ministro dello Sviluppo Economico Basil Rajapaksa.
Il piano strategico di sviluppo del turismo dal 2011 al 2016 sarà variamente articolato per affrontare la prevista domanda crescente in modo sostenibile:
– ricettività: raddoppio delle camere di albergo da 22.745 a 45.000;
– trasporti: migliorie e rapido sviluppo del sistema aereo e ferroviario nazionale, lancio dell’utilizzo dell’idrovolante;
– nuove aree: individuate dal governo per porti turistici, parchi tematici e acquatici, campi da golf, centri ricreativi, sportivi, congressuali, espositivi, commerciali, casinò, servizio di aerei leggeri e di idrovolanti, costruzioni nautiche, noleggio barche e taxi;
– burocrazia: snellimento delle procedure per l’autorizzazione di progetti legati al turismo per aumentare le entrate dall’estero da 501 milioni dollari nel 2010 a 2,75 miliardi dollari;
– formazione professionale e occupazione diretta/indiretta: incrementare i posti lavoro attuali nel settore turistico-ricettivo passando al più presto da 125.000 ad almeno 500.000;
– marketing: promozione dell’immagine dello Sri Lanka nel mondo puntando al turismo di fascia alta.
Nel maggio 2009, le forze di sicurezza nazionale hanno avuto la meglio in modo determinante e schiacciante dopo trent’anni di conflitto separatista (massacri etnici, combattimenti tra truppe governative e ribelli delle Tigri Tamil, bombardamenti aerei dei guerriglieri su obiettivi militari e civili) che avevano gravemente colpito anche il settore del terziario e costretto a chiudere battenti a numerosi alberghi in crisi. Dal 2009, nello Sri Lanka le tariffe alberghiere sono più che raddoppiate, il turismo è diventato un settore chiave che contribuisce in media l’8% all’economia nazionale e che rappresenta la voce in crescita più in ripresa velocemente (5% nel 2009, 6% nel 2010).
Con 7 siti protetti dall’Unesco, lo Sri Lanka (ex Ceylon) – spiega Press Tours – ha un assortimento straordinario di spiagge, parchi naturali, foreste tropicali, fauna (elefanti, balene, leopardi, 452 varietà di farfalle) e un patrimonio storicoculturale.

Sunset - Bentota Beach
Photo Sunset – Bentota Beach by YIM Hafiz, on Flickr │ (CC BY-ND 3.0)

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

Pubblicato il 14 settembre 2011 alle 10:37di Antonella

Categorie: Destinazioni | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento