Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Ecuador - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

La collinosa e lussureggiante isola di Santa Cruz è una destinazione di notevole interesse faunistico, naturalistico e geologico in posizione centrale nell’arcipelago delle Galapagos, primo parco nazionale in Ecuador e Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO per le isole (1978) e per la riserva marina (2001). Dopo l’arrivo nella vivace città costiera di Puerto Ayora, maggiore centro urbano delle cinque isole abitate nelle Isole Galapagos, si possono già osservare pellicani, iguane marine, leoni marini, aironi e sule dai piedi azzurri presso la baia. In periferia, il centro di allevamento di tartarughe giganti delle Galápagos e di altre specie rende visibili al pubblico gli esemplari assistiti dalla nascita fino alla reintroduzione nell’habitat naturale. L’attività è gestita dalla Charles Darwin Research Station, che dal 1961 effettua ricerche biologiche ed un’opera educazione ambientale per la conservazione della bioversità e degli ecosistemi marini e terrestri delle isole delle Galapagos per conto della Charles Darwin Foundation, in collaborazione con il Parque Nacional Galápagos. Tra le mangrovie di Caleta Tortuga Negra talvolta si accoppiano tartarughe marine, razze e piccoli squali. Una colonia di fenicotteri vive tranquilla nella laguna di Cerro Dragón, mentre le iguane selvatiche popolano il sentiero per Tortuga Bay. Tour in barca a fondo di vetro conducono a siti di interesse naturalistico popolati di fauna selvatica (tartarughe, iguane, fringuelli, gufi, ecc.) e consentono di vedere squali e pesci colorati di barriera sul fondo dell’Oceano Pacifico.
A testimonianza dell’attività vulcanica risalente a circa un milione e mezzo di anni fa, sull’isola di Santa Cruz rimangono innumerevoli straordinarie formazioni naturali di tubi o tunnel di lava creati quando il magma fluido incandescente si raffreddò e si indurì all’esterno pur continuando a fluire all’interno, finché cessò svuotandoli; il più visitato ha un’apertura a forma di cuore che immette in un tubo di lava della lunghezza di 800 metri. Altre gallerie di lava si possono visitare appena al di fuori di qualche chilometro da Puerto Ayora, mentre in collina sono da vedere i Los Gemelos, due profonde depressioni di materiale vulcanico sprofondato nel terreno lentamente nel corso del tempo, con le pareti verticali coperte di alberi scalesia e felci.
Seconda per dimensione tra le Galapagos dopo la più estesa Isabela, a Santa Cruz si trovano numerose spiagge adatte a praticare sport acquatici (kayak, immersioni subacquee, ecc.) oltre alle più rinomate, come Tortuga Bay dalle straordinarie acque cristalline, Playa Mansa per lo snorkeling e Playa Brava per il surf, spiega Press Tours. Ma una gamma di attività all’aperto (trekking, equitazione, mountain bike, birdwatching, ecc.) consentono di conoscere ogni aspetto di quest’isola di origine vulcanica arrivando in cima a colline dalla vista panoramica sulle isole circostanti, incontrando sul percorso tartarughe di grande dimensione, allevamenti, fattorie, alberi di frutta tropicale e piccoli villaggi.

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

Pubblicato il 27 dicembre 2011 alle 13:58di Antonella

Categorie: Destinazioni, Sud America | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento