Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie

La lunghissima spiaggia candida della Skeleton Coast a nord nella Namibia settentrionale è un paesaggio unico dominato da dune di sabbia di anche 300 metri di altezza che si modificano in forma e posizione sotto il vento fino alla riva dell’Oceano Atlantico. In senso stretto la Costa degli Scheletri denomina il tratto di costa tra le foci dei fiumi Kunene e Swakop, in linea generale indica la parte costiera del Deserto del Namib fino al fiume Orange. Il nome odierno identifica questo affascinante cimitero costiero marino di scheletri di balena risalenti all’epoca di caccia e di innumerevoli relitti spettrali spiaggiati naufragati in tempesta contro pericolosi banchi di scogli o arenati tra le secche a causa dell’alzarsi di coltri di nebbie improvvise e di forti onde provocate dalla corrente del Benguela dai forti flutti, spiega Press Tours. Quasi tutto l’anno, nelle prime ore della mattina la costa si ammanta di fitte nebbie costiere create dalla corrente gelida del Benguela che risale dall’Antartide lambendo riva e raffreddandosi per poi condensare le masse d’aria calda spinte dal vento verso l’entroterra desertico per decine di chilometri. Questo fenomeno naturale garantisce la sopravvivenza a flora e fauna nel Deserto del Namib nonostante il clima estremamente arido.

La costa è prettamente piatta e sabbiosa, eccetto rari affioramenti rocciosi, mentre spiagge sassose e pianure di ghiaia predominano nella parte meridionale. Il tratto più settentrionale tra i fiumi Kunene e Ugab, parte del Deserto del Namib nel nord-ovest della Namibia e tra le zone più incontaminate dell’Africa, è incluso nell’area naturale protetta dello Skeleton Coast National Park (1971) mantenuta ad accesso limitato. Per i due terzi all’estremità a nord del Parco, tra i fiumi Hoanib e Kunene, costituisce l’area Skeleton Coast Wilderness con i laghi di sale Clay Castels vicino all’Agate Mountain e una delle più popolose colonie esistenti di otarie a Cape Fria visitabili esclusivamente con safari anche aerei.
Tra Walvis Bay e il fiume Ugab, la National West Coast Recreation Area di 200 km di lunghezza e 25 km di larghezza è annoverata tra le più spettacolari e pescose dell’Africa, per la pesca sportiva in mare aperto tra delfini, orche e balene e anche direttamente dalla spiaggia con lenza ad amo per catturare cernie e tonni.

Nonostante l’aspetto arido e sinistro, la Skeleton Coast detiene una varietà di specie animali superiore a molti altri parchi del Sudafrica: babbuini, elefanti, giraffe, rinoceronti neri, leoni, ghepardi, zebre, iene, uccelli del deserto, la tartaruga verde allevata presso la foce del fiume Kunene, habitat dell’unica popolazione dell’Africa meridionale di tartarughe dal guscio molle.

Ringraziamo per le foto Skeleton Coast Safaris

Skeleton Coast, Namibia

Immagine 1 di 7

Skeleton Coast, Namibia Scirocco Tours

Pubblicato il 16 febbraio 2012 alle 09:37di Antonella

Categorie: Destinazioni, Scirocco Tours | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

5 commenti

Lascia un commento