Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Intendance Bay, Mahé (Seychelles), Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it/)

Con Press Tours, tour operator con trent’anni di attività nell’organizzazione e vendita viaggi a lungo raggio verso l’intero Continente Americano, le isole dell’arcipelago dei Caraibi, l’Oceano Indiano e l’Africa Australe e Orientale, realizzare i propri sogni è possibile e anche facile: PressTours.it consente di preventivare online in tutta comodità il viaggio da sempre sognato per immergersi nei luoghi più belli del mondo, affidandosi ad uno specialista che cura ogni singolo dettaglio sia del viaggio che della parte subacquea.
Qualche idea?
Sfogliate i cataloghi interattivi online, createvi il vostro viaggio su misura ubicandolo sulla vostra agenzia di fiducia, approfondite le notizie sul blog di Press Tours, visitate le pagine di Press Tours su YouTube e su Facebook.
Qualche suggerimento dei luoghi più belli al mondo per la vostra voglia di esplorare i mari di Press Tours li trovate di seguito!

Antigua: la spiaggia è solo l’inizio…
Mare cristallino e ricco di vita, spiagge di sabbia bianca, hibiscus, orchidee, bambù giganti, palme da cocco e le storiche rovine della base navale dell’ammiraglio Horatio Nelson.
Sono queste alcune delle attrattive che hanno valso ad Antigua, l’appellativo di “gioiello delle Piccole Antille”. Conta ben 365 spiagge: “una per ogni giorno dell’anno”, come dicono i locali.
Tranquilla e quasi sconosciuta, situata a soli 40 km a nord di Antigua si trova Barbuda, considerata la sua sorella minore ed autentico tempio della bellezza vergine.
Qui si gode di una pace avvolgente, interrotta solo dallo sciabordio delle acque e dal canto degli uccelli. Su tutto, le sfumature di un cielo dall’azzurro pastello e il turbinio di colori di una vegetazione rigogliosa, regaleranno la sensazione di essere parte di un angolo di paradiso.
Per gli amanti della subacquea, quest’isola caraibica è una destinazione che può regalare grandi soddisfazioni: avventurandosi alla scoperta dei fondali, si potranno ammirare dei veri e propri canyon di coralli, ripide pareti di scogli e grotte marine abitate da un’infinità di creature marine: tartarughe, pescecani, barracuda e molte altre specie ittiche tropicali.
Sia l’isola di Antigua che quella di Barbuda sono per la maggior parte completamente circondate da reef corallini molto ben preservati, da muri e da antiche navi di colonizzatori e mercanti affondate nel corso dei secoli.
Le coste sud ed est di Antigua e l’intera costa di Barbuda sono circondate da piattaforme che permettono eccellenti condizioni anche in acque poco profonde per immersioni subacquee e per un ottimo snorkeling.
Nella maggior parte dei punti d’immersione c’è pochissima corrente, in molti di questi addirittura la corrente è totalmente assente e la temperatura dell’acqua s’aggira sui 25 gradi medi.
La visibilità sott’acqua varia da 15 a 40 metri e le piante marine tropicali e gli animali marini sono presenti in quantità e con una notevole biodiversità.
I reef che circondano l’isola di Barbuda contengono un numero enorme di relitti, molti dei quali sono ancora oggi da essere esplorati e catalogati; infatti, la fortuna di Codrington, piccola cittadina di Barbuda (fondata nel 1685 dalla famiglia Codrington per essere il centro residenziale dell’isola ed un ottimo punto di avvistamento e di difesa grazie alla costruzione di un castello fortificato del quale oggi rimangono ancora i resti dopo un terremoto che nel 1843 lo distrusse) è stata intimamente legata all’acquisizione dei diritti di prelievo dei relitti nel corso del XVII secolo.

 

Repubblica Dominicana: una suggestiva realtà sottomarina…
La Repubblica Dominicana è famosa per i suoi 1600 km di spiagge incontaminate. Il mare cristallino caraibico, incredibilmente limpido, nasconde nel profondo un mondo affascinante, da vivere intensamente fuori e sott’acqua. Una dimensione all’apparenza invisibile, da scoprire facendo immersioni, ma anche per gli appassioni di tutti gli sport acquatici e per chi desidera una dimensione schietta dove trovare il massimo relax. La fauna marina è costituita da specie dai colori incredibili.
Molti sono gli habitat e gli ecosistemi: barriere coralline, caverne e relitti di navi risalenti al periodo dei pirati: un tuffo in un affascinante pianeta sommerso, in una realtà vivace e misteriosa.
Diversi sono i punti d’immersione.
All’Isola di Saona le formazioni di coralli e le spugne sono spettacolari. Incredibile è la varietà ittica, con abbondanza di cernie, barracuda e molti altri pesci tipicamente tropicali. Sono possibili incontri con grandi aquile di mare, murene verdi e squali nutrice.
Meno frequenti, ma non impossibili, specialmente nei mesi invernali, gli incontri con i lamantini e varie specie di squali, come il pinna grigia e lo squalo toro.
Catalina è una meravigliosa isola con spiagge di sabbia bianca prossima alla costa sud-orientale della Repubblica Dominicana. Una catena di rocce forma una barriera naturale a circa 500 metri dall’isola. Sulla caduta potrete ammirare coralli verdi e neri e spugne multicolori.
Spesso si trovano squali nutrice, tartarughe e murene verdi.
L’abbondanza di spugne e coralli ha creato l’ambiente perfetto per branchi di pesci angelo, pesci farfalla e pesci scatola, barracuda e cernie tropicali.
Anche l’isola Catalinita appartiene al Parco Naturale della costa orientale, riserva naturale protetta. È una piccola isola vergine, dove è proibito perfino sbarcare.
La zona di Samanà è interessante per alcune immersioni, anche più impegnative, in particolare intorno a Las Galeras.
Da non perdere, la torre di corallo Cabo Cabron e altri punti ricchi di coralli, come Las Tres Puertas (tre porte) e La Piedra (La Pietra).
Nella zona di Bayahibe si può fare l’immersione al relitto Saint Georges: senza dubbio una delle più belle immersioni di queste acque.
Da non perdere anche le immersioni notturne alla barriera corallina di Bayahibe.
La notte vela un mondo affascinante, mostrandoci l’incredibile varietà di pesce che di giorno riposa e di notte è in piena attività.

 

 

 

Cuba: Cayo Levisa, Cayo Largo, Giardini della Regina
Tre destinazioni speciali di Cuba dedicate agli appassionati dei paradisi sommersi che permettono di scoprire, e soprattutto di poter gustare in assoluta tranquillità con l’esperienza del Diving Center a gestione italiana, le bellezze subacquee di siti da non perdere.

Cayo Levisa: una piccola isola vergine con un mondo marino tutto da scoprire
Cayo Levisa si trova a nord-ovest di Cuba adiacente alla caratteristica zona di Vinales, a circa due ore dall’Avana. Una splendida piccola isola vergine a circa 20 minuti di barca dalla costa dell’ Isla Grande, con oltre 3 km di spiaggia bianca corallina.
Cayo Levisa offre agli appassionati di immersioni una vastissima piattaforma sottomarina. Un costante ricambio di correnti, ricche di nutrienti, crea le condizioni ideali per lo sviluppo di numerosissime formazioni coralline, di cui molte ancora inesplorate, che accolgono una straordinaria ricchezza di vita bentonica ed una ricca concentrazione di pesce. L’unica struttura alberghiera presente sulla piccola isola vergine, per preservare la naturalezza  incontaminata dell’isola, è lEXPLORACafé Cayo Levisa EcoResort, con i suoi 30 bungalow ed il suo  ristorantino con cuoca italiana lungo la spiaggia di sabbia bianchissima e da cartolina.

Cayo Largo… un paradiso terrestre e sommerso
Acqua dai toni blu e turchese, fondali corallini, un nastro di sabbia bianca di 26 km di rara bellezza, piscine naturali che si formano e riformano all’infinito.
Le immersioni a Cayo Largo, organizzate dal centro diving italiano, non possono che essere all’altezza della meraviglia di questo luogo: miglia e miglia di mare senza incontrare altre
imbarcazioni se non quelle del diving, reef completamente vergini dove da anni nessuno si immergeva.
Sott’acqua, immediatamente, un’esplosione di colori: si prova l’emozione dell’incontro con grandi pesci pelagici, innocui squali nutrice, vastissime aree orlate da un reef ricco di pesci colorati e grandi gorgonie a ventaglio.
EXPLORACafé Sol Pelicano offre una formula ‘all inclusive’ con una bella animazione e dettagli di gestione di gusto italiano. Si affaccia su una lunga spiaggia bianca corallina, immerso in un contesto di naturale relax.

Giardini della Regina... il più premiato Parco Naturale dei Caraibi
Al largo della costa dell’isola di Cuba, in pieno Caribe si trovano, protetti dalla terza barriera corallina del mondo per estensione, Los Jardines de la Reina, un arcipelago composto da centinaia d’isolotti assolutamente vergini (cayos). Un centro specializzato per la subacquea in questo paradiso unico al mondo. Al fine di preservare questo patrimonio, questa parte dell’arcipelago dei Giardini della Regina è stato dichiarato dal Ministro della Pesca, Parco Ecologico Nazionale.
Sotto la superficie, il paesaggio è di una bellezza emozionante: tunnel, canyons profondi ricoperti di coralli, gorgonie e spugne di ogni colore.
I subacquei si immergono nelle emozioni tra Silky, Lemon, Bull e Grey Reef Shark, oppure fluttuano tranquilli tra decine di aquile di mare o cernie giganti che nuotano attorno maestose ed indisturbate. Oltre la barriera sono presenti delfini, pesci vela, marlin e squali balena. Oltre alle migliaia di pesci, ci sono enormi tartarughe marine di tre diverse specie, molti tipi di molluschi e granchi, calamari, gamberi e meduse.
Le possibili sistemazioni all’EXPLORAParadise Jardines de la Reina sono in un albergo galleggiante e in barche da crociera.

 

Seychelles: un paradiso nell’Oceano Indiano
Le Seychelles sono uno dei luoghi più belli al mondo per gli amanti della subacquea. Sia chi si avvicina a questo sport per la prima volta, così come i più esperti divers troveranno ad accoglierli le acque calde tropicali e paesaggi marini incontaminati e di unica bellezza.
I siti di immersioni variano in profondità dagli 8 ai 30 metri e solo molto raramente si incontrano forti correnti marine; un ambiente ottimale per i subacquei di tutti i livelli.
La subacquea è uno degli aspetti che rendono le Seychelles un meraviglioso paradiso: immergersi nelle sue acque significa entrare in un nuovo mondo, provare l’interazione ravvicinata con la flora e la fauna, scoprire il fascino di incontri sconosciuti che darà una nuova dimensione alla vostra vacanza e che vi farà ritornare in Oceano Indiano molte altre volte.
I siti per immersioni più conosciuti? Ave Maria Rocks, Bobby Rock, Channel Rocks, Coral Gardens, Red Point e White Bank.

Per informazioni:
www.PressTours.it
diving@presstours.it

Written by Rivista IL SUBACQUEO

Pubblicato il 1 agosto 2012 alle 11:18di Giovanni Frenda

Categorie: Caraibi, Cuba, Repubblica Dominicana, Viaggi sub | Tag: Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento