Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Campi geotermici in Islanda - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Sull’isola di Islanda isolata nell’Oceano Atlantico settentrionale, il boom del turismo internazionale in entrata è in continua crescita di circa il 20% all’anno. L’attesa di 1 milione di turisti all’anno entro il 2020 è l’obiettivo del piano di sviluppo del settore turistico avviato dal governo islandese per aumentare le presenze straniere nella nazione. La rapida crescita dell’afflusso di vacanzieri attratti dal paesaggio vulcanico di aspra bellezza del piccolo Stato insulare nell’Europa del Nord, residenza di una popolazione di soltanto 320.000 persone, è una tendenza iniziata negli ultimi anni: i 672.000 visitatori arrivati nel 2012, con un aumento del 19% rispetto all’anno precedente, sono raddoppiati di numero nei confronti dei dati ufficiali del 2003. Dal 2011, le campagne di marketing avviate dal governo islandese puntano sul periodo di bassa stagione per far sì che il 50% dei visitatori arrivi tra metà giugno ed agosto in modo da evitare il sovraffollamento in alcune aree.

L’Islanda ha investito molto nel settore turistico per diffondere l’immagine all’estero di questa piccola nazione nordica tranquilla caratterizzata da un paesaggio assolutamente unico per lo straordinario patrimonio naturale di sorgenti termali, geyser, soffioni, ghiacciai (con il Vatnajökull, il più grande in Europa), cascate, laghi e oltre 200 vulcani in gran parte attivi con colate laviche. Al di fuori dei sentieri più battuti dal turismo finora, il territorio islandese presenta vasti altopiani con verdi vallate che si allungano talora fino alla coste frastagliate per lo più incise da fiordi, mentre il litorale meridionale è basso e sabbioso.

Oltre a più di un’ottantina di aree protette (parchi nazionali e regionali, riserve e monumenti naturali, rifugi faunistici, ecc.), l’Islanda vanta anche due siti dichiarati Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO: il Parco Nazionale Þingvellir (a 50 km di distanza dalla capitale Reykjavík) e l’isola vulcanica di Surtsey al largo della costa meridionale.

Nonostante che l’Islanda sia l’area abitata più settentrionale sul pianeta, in posizione appena a sud del Circolo polare artico, l’influenza esercitata dalla calda Corrente del Golfo in arrivo dal mare aperto mitiga il clima rendendo l’inverno mai eccessivamente freddo e le estati fresche, spiega Press Tours.

Con la maggior parte della popolazione distribuita lungo le aree costiere pianeggianti soprattutto occidentali e l’unico centro urbano di grande dimensione a Reykjavík, residenza di oltre un terzo del totale di islandesi, la densità media rimane tra le più modeste sul pianeta anche se il tasso di natalità è tra i maggiori nell’ambito dei Paesi europei.

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

Pubblicato il 8 maggio 2013 alle 10:19di Antonella

Categorie: Destinazioni, Europa | Tag: Tags: , , , , , ,

1 commento

Lascia un commento