Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Cayo Coco (Cuba)

L’idilliaco Cayo Coco con lunghissime spiagge incontaminate di fine sabbia bianca è un isolotto di primaria importanza a livello turistico nel gruppo insulare di Jardines del Rey (compreso nel settore nord-occidentale all’arcipelago di Sabana-Camaguey) nell’Oceano Atlantico al largo di Cuba, a nord della provincia di Ciego de Avila. Per dimensione quarta isola di Cuba, Cayo Coco è pianeggiante, in gran parte selvaggia, lussureggiante di vegetazione tropicale e di mangrovie, e vanta spiagge distese per 27 km con tratti sabbiosi incastonati tra rocce e scogliere, spiega Press Tours. Le spiagge spettacolari sono poste di fronte a una splendida massiccia barriera corallina protratta per più di 30 km di lunghezza al largo della costa settentrionale nelle acque calde di colore turchese proliferanti di una straordinaria ricchezza di vita marina (coralli, gorgonie, spugne), entusiasmanti per pesca a mosca e d’altura (cernie, dentici, barracuda, pesci spada, ecc.), per snorkeling e per immersioni subacquee a una profondità di 30 metri tra mante e tartarughe, oltre che presso relitti sommersi. Altri divertenti sport acquatici praticabili sono kayak, pedalò, windsurf, sci nautico.

Situato sulla spiaggia di fine sabbia bianca di Cayo Coco, l’elegante e romantico Hotel Melià Cayo Coco (5 Stelle) riservato a maggiorenni, ideale per sposi in viaggio di nozze, alloggia la clientela in 250 lussuose camere e suite di diverse tipologie, con balcone o terrazzo, dislocate in 53 confortevoli bungalow a due piani, alcuni dei quali a palafitta sulla laguna. L’Hotel Melià Cayo Coco dispone di numerosi servizi a formula All Inclusive, tra i quali: 4 ristoranti, un grill in spiaggia, lobby bar e snack bar, piscina (con zona idromassaggio), programmi di animazione diurni e notturni, attività sportive (canoa, windsurf, catamarano, tennis, pallavolo, ping-pong, biliardo, tiro con l’arco, pallavolo, palestra). Opzionali (a pagamento): immersioni subacquee, equitazione, bicicletta.

Cayo Coco Cuba Melia Press Tour

Cayo Coco è quasi completamente coperto di vegetazione: alcune centinaia di specie floreali in gran parte endemiche nella macchia litoranea (alberi di palma nana, cactus, erbacee) a nord, foresta sempreverde al centro e mangrovie a sud. Paradiso per birdwatching che accoglie uccelli migratori, Cayo Coco è habitat di centinaia di specie di uccelli marini, in particolare di una moltitudine di esemplari di ibis bianco (uccello della foresta o del cocco), dal quale l’isola trae la denominazione e, nel sud, di una colonia di decine di migliaia di grandi fenicotteri caraibici dalle piume di colore rosa acceso fino al rosso. Oltre un centinaio di specie di uccelli marini, oltre a iguane, coccodrilli (in un recinto) e farfalle (in un giardino) si possono osservare nella foresta di alberi di ginepro (attraversata da una passerella per i visitatori) e nelle lagune con mangrovie del Parque Natural El Bagá, un parco nazionale tra i belli suggestivi di Cuba, creato nel 2002 sull’area dell’ex aeroporto di Cayo Coco e su altri isolotti vicini.

Cayo Coco è collegato al centro della costa atlantica sud-orientale dell’isola di Cuba tramite la prima autovia costruita a Cuba, un’autovia di 27 km che, in una sezione di 17 km, corre rialzata sul mare attraverso Bahia de Perros. Allacciata a una lunga rete stradale, l’autovia mette in comunicazione Cayo Coco con i vicini Cayo Guillermo (a ovest) e Cayo Romano (a est) nell’arcipelago di isolotti. L’inaugurazione della strada di collegamento nel 1988 ha aperto le porte al turismo a Cayo Coco, incrementando poi gli arrivi dall’estero dal 2002 con l’apertura sull’isolotto del moderno aeroporto internazionale dei Jardines del Rey.

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

Pubblicato il 22 agosto 2013 alle 10:33di Antonella

Categorie: Cuba, Destinazioni | Tag: Tags: , , , , , , , ,

1 commento

Lascia un commento