Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Salem (Massachusetts, Usa)

Dalla città di Boston si possono visitare una serie di siti storici in diverse località dello Stato federato del Massachusetts (il primo abolizionista in America) nel corso del mese di febbraio, Black History Month, dedicato alla celebrazione della storica lotta per la libertà degli Afro-Americani negli Stati Uniti, spiega Press Tours.

A nord di Boston

Nella cittadina di Concord (nella contea di Middlesex), teatro della prima importante battaglia conclusa con il ritiro delle truppe inglesi durante la guerra d’indipendenza, dal 1858 al 1877 visse in Orchard House, insieme alla famiglia, Louise May Alcott, scrittrice del romanzo autobiografico Piccole donne (1868), oltre che fervida abolizionista e sostenitrice del suffragio universale esteso al sesso femminile.

A mezz’ora di treno da Boston e, via mare in estate, in 45 minuti su catamarano ad alta velocità, nell’animata città di Salem si trova il Salem Lyceum, fondato nel 1830, molto frequentato per assistere a conferenze, dibattiti, letture, incontri tra numerosi attivisti del movimento abolizionista, interventi in pubblico di famose abolizioniste afro-americane (come Charlotte Forten e Sarah Parker Remond) organizzati dalla Salem Female Anti‐Slavery Society. Affacciata sul porto di Salem, la storica House of Seven Glables Museum di Salem, costruita nel 1688, la più antica casa in legno restaurata nel New England, dal 13 al 28 Febbraio 2014 ospita una mostra sull’Underground Railroad dedicata alla storia degli schiavi ridotti in schiavitù in fuga verso il nord.

A sud di Boston

Nella città costiera di New Bedford nell’area metropolitana di Providence, nella contea di Bristol, il Monumento a Fredrick ed Anna Douglass fu eretto in William Street per celebrare il 100° Anniversario della coppia abolizionista a testimonianza della fuga dalla schiavitù grazie all’Underground Railroad. Nel 1838, lo schiavo fuggiasco nato in catene e diventato famoso abolizionista Frederick Douglass si stabilì a New Bedford nell’abitazione di Nathan e Mary (Polly) Johnson, quaccheri afro-americani liberi che dal 1822 accoglievano gli schiavi fuggitivi tramite l’Underground Railroad. La dimora del 1820 e un’altra adiacente del 1857, di stessa proprietà, in seguito unificate e restaurate, sono state designate sito storico nazionale dal 2000 e sono sede della New Bedford Historical Society.

Nella contea di Dukes, sull’Isola di Martha’s Vineyard vicino alla costa meridionale di Cape Cod, un importante African American Heritage Trail lungo 19 siti onora le radici di schiavi come l’africano William A. Martin diventato l’unico coraggioso maestro baleniere nero locale.
Nella cittadina balneare di Aquinnah dalle scoglie d’argille protette, in territorio tribale indiano viene commemorato un gruppo di nativi americani della tribù Wampanoag che offrirono nascondiglio a fuggitivi di colore e che, a rischio di persecuzione, agevolarono la loro fuga via mare in direzione di New Bedford salpando dal porticciolo del villaggio di pescatori di Menemsha.
Primo luogo storico dell’Heritage Trail nella cittadina di Oak Bluff è lo Shearer Cottage dei coniugi Shearer, il primo Guest House di proprietà afro-americana di Martha’s Vineyard: Charles Shearer, schiavo liberato dalla Union Army in Virginia, aiutò l’esercito dei nordisti, studiò e divenne insegnante, si stabilì in Massachusetts e si sposò con una nativa indiana. In altri edifici di Oak Bluff vissero importanti membri della società Afro Americana come in Myrtle Avenue, nella zona di Highlands, la scrittrice del ‘900 Dorothy West, icona di colore di Martha’s Vineyard, ultima rappresentante del movimento artistico e culturale afroamericano avviato ai primi anni ‘20 negli Stati Uniti per esaltare l’identità, la dignità e la creatività dei neri americani dall’epoca della schiavitù.

A sud di Cape Cod, l’Isola di Nantucket è un sito storico nazionale per la presenza di una delle maggiori concentrazioni di strutture antecedenti la Guerra civile negli Stati Uniti. A Nantucket, che nel 1773 abolì la schiavitù, si può visitare il Museum Of African American History dedicato agli Afro Americani in New England dal periodo coloniale al XIX secolo e percorrere il Black Heritage Trail nelle due sezioni di Downtown e di New Guinea dove vissero persone di colore nel ‘700 e nell’800. Lungo il percorso tra il Whaling Museum e l’African Meeting House, 10 siti testimoniano l’eredità degli afro-americani sull’isola, come l’African Meeting House costruita nel 1820, adibita a chiesa battista africana, scuola per bambini africani, sede di riunioni, e la Florence Higginbotham House, eretta nel 1774 dall’ex schiavo Seneca Boston e mantenuta come casa di famiglia fino al 1918.

Boston Press Tours

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

Pubblicato il 10 febbraio 2014 alle 11:30di Antonella

Categorie: Destinazioni, Stati Uniti | Tag: Tags: , , , , ,

Lascia un commento