Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Zebre in Tanzania - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Il Serengeti National Park, parco nazionale di maggiore estensione in Tanzania e tra i considerevoli in Africa orientale, è rinomato per la più imponente e spettacolare migrazione annuale di fauna selvatica al mondo compiuta da oltre un milione di ungulati (gnu, zebre, gazzelle). Situato nel nord della Tanzania, nella pianura sconfinata del Serengeti, tra il lago Vittoria a ovest e l’adiacente Maasai Mara National Reserve al confine settentrionale con il Kenya, il Serengeti National Park fondato nel ’52 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1981 per l’eccezionale ricchezza faunistica e di biodiversità.

La popolazione di fauna selvatica terrestre più numerosa e con grande varietà di specie sul pianeta trova rifugio nel Serengeti National Park: i ‘big five’ (bufalo, elefante, leone, leopardo, rinoceronte nero), ghepardi, giraffe, antilopi, impala, gazzelle di Grant, sciacalli africani, iene maculate, gatti serval, coccodrilli e ippopotami (nel fiume Grumeti), un’unica popolazione di rinoceronti (a sud), oltre 500 specie di uccelli (struzzi, aquile nere, ecc.), lucertole, scarabei. A nord, gli esemplari di fauna selvatica si spostano liberamente tra i parchi adiacenti e contigui senza alcuna recinzione del Serengeti National Park e della Maasai Mara National Reserve in Kenya.

Per le grandi migrazioni circolari stagionali di oltre un milione di gnu, 300.000 gazzelle di Thomson e 200.000 zebre si spostano dalle colline settentrionali verso le pianure a sud per il breve periodo di ‘piccola pioggia’ tra ottobre e novembre e ritornano a ovest ed a nord dopo le ‘grandi piogge’ tra aprile e giugno, mentre nel Parco del Serengeti predomina lo spettacolo di predatori con la più alta densità di leoni e di ghepardi in Africa nei mesi da luglio a ottobre, quando gli erbivori in migrazione hanno raggiunto la destinazione, spiega Scirocco Tours by Press Tours. L’area meridionale è occupata dalla savana arida interrotta da isolate basse colline di roccia (koppjes) coperte di cespugli e boschetti di alberi di acacia; il lussureggiante corridoio occidentale attraversato dal fiume Grumeti è caratterizzato da savane boscose; il nord è la sezione più piovosa e meno visitata, con tratti collinari con foreste a galleria, savana con boscaglia spinosa fino alle immense pianure verdeggianti di praterie fiorite.

Oltre che con il Masai Mara, il Serengeti confina con le riserve faunistiche di Lalianda (a nord), a di Maswa (a sudovest), di Ikorongo e di Grumeti (a ovest) e con l’Area di Conservazione di Ngorongoro (a sudest). Settima meraviglia al mondo, il Serengeti National Park è un’attrazione turistica tra le più visitate in Tanzania e di primario interesse nell’ambito nel circuito di safari nel nord della nazione (Northern Safari Circuit) in quattro aree protette (Parchi nazionali del lago Manyara, del Tarangire, di Arusha e riserva naturale di Ngorongoro) nella regione tra quelle a più ad alta concentrazione di parchi in Africa.

Scirocco Tours by Press tours Africa

Offerta di Scirocco Tours by Press Tours

Best of Tanzania da Gennaio 2014

Indimenticabile Tanzania di SciroccoTours 2014

Partenza ogni lunedì con voli di linea dalle principali città italiane

Richiedi un preventivo personalizzato

Scirocco Tours by Press Tours

Pubblicato il 5 marzo 2014 alle 15:00di Antonella

Categorie: Africa, Destinazioni | Tag: Tags: , , , , , , , ,

3 commenti

Lascia un commento