Vai al sito Press Tours | Accesso riservato area agenzie
Zebre - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Savute è un’area di 5.000 km² caratterizzata da un territorio piuttosto arido habitat di numerosa fauna selvatica (in particolare di grandi popolazioni di leoni e di iene) situata nella parte a sud del Linyanti nel remoto confine selvaggio della regione centro-meridionale dell’ampio Parco Nazionale Chobe, a sud del fiume Chobe, nel nord del Botswana. Savute è considerata una delle migliori aree di safari di osservazione di animali selvatici in Botswana e in Africa per la quantità di cani selvatici africani, facoceri, ghepardi, gnu, iene, impala, leoni, leopardi, zebre, e di birdwatching di oltre a 460 specie di uccelli anche acquatici e migranti estivi. L’area di Savute, una delle 4 differenti per ecosistema nel Parco Nazionale Chobe, dopo quasi gli ultimi trent’anni anni di siccità nel corso di un secolo di misteriosi e improvvisi prosciugamenti, è di nuovo attraversata con irregolarità, a seconda delle piogge, dal flusso delle acque dello stagionale canale di Savute. Questo corso d’acqua effimero scorre dal fiume Linyanti per un centinaio di chilometri fino a alla vasta palude di Savute e, più a sud, all’immensa e piatta depressione di Mababe (alimentata anche dal fiume Ngwezumba a nord-est) circondata da boschetti, residuo della conca del vastissimo lago preistorico Makgadikgadi esteso per gran parte del nord del Botswana e poi scomparso in seguito a movimenti tettonici. Della sponda del lago rimane la lunghissima Magwikhwe Sand Ridge che corre per un centinaio di chilometri rialzata di una ventina di metri circondando il confine dell’area di Savute. Dei movimenti di origine vulcanica dell’epoca preistorica restano nelle vicinanze le sorprendenti Gubatsa Hills, una serie di isolati affioramenti collinari di roccia dolomitica che si innalzano di quasi cento metri dal territorio completamente piatto celando antiche pitture rupestri dei Boscimani, popolo indigeno nomade di cacciatori e raccoglitori originario della zona tra i più antichi in Africa australe. Mentre alcune zone di Savute sono ampie savane quasi desertiche con il terreno sabbioso esposto al sole cocente, altre sono coperte da grandi pianure erbose che attraggono la fauna selvatica e che sono alimentate dalle precipitazioni durante l’estate, quando l’area è attraversata dalla migrazione annuale di andata e ritorno di esorbitanti mandrie di migliaia di zebre seguite da grandi predatori che dalla gola del fiume Linyanti (a nord) raggiungono a sud i pascoli della depressione di Mababe. Durante la stagione secca, gli animali selvatici continuano ad essere attratti dalle numerose pozze d’acqua che permangono per mesi in alcune parti di Savute dopo le piogge, spiega Scirocco Tours by Press Tours.

Offerta di Scirocco Tours by Press Tours

Stanley Adventure Safari da Maun a Victoria Falls Partenza a date fisse da Maun (Botswana)

Stanley Adventure Safari da Victoria Falls a Maun Partenza a date fisse da Victoria Falls (Zimbabwe)

 Parco Nazionale Chobe Press Tours

Richiedi un preventivo personalizzato

Scirocco Tours by Press Tours

Pubblicato il 24 marzo 2014 alle 11:31di Antonella

Categorie: Africa, Destinazioni, Scirocco Tours | Tag: Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento