Maun: villaggio urbano di accesso per il Delta dell’Okavango e il nord del Botswana

Botswana - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Maun: villaggio urbano di accesso per il Delta dell’Okavango e il nord del Botswana

Maun, cittadina porta di accesso privilegiata al Delta dell’Okavango, è il capoluogo commerciale e amministrativo del Ngamiland nel Distretto Nordoccidentale del Botswana (Africa meridionale). Villaggio urbano dall’atmosfera rurale ancora in attesa dello status ufficiale di città nel Sottodistretto del Ngamiland Orientale, Maun è la capitale del turismo del Botswana. Il villaggio è il punto di ingresso per imbarcarsi per safari e per voli panoramici sul Delta dell’Okavango, per visitare parchi e riserve naturali come l’area del fiume Khwai, la Riserva Moremi, il Parco Nazionale Chobe e il nord del Botswana.

Cittadina rurale di frontiera, Maun si è sviluppata lungo le rive del fiume Thamalakane, affluente del fiume Boteti che in alta stagione fluisce nel Makgadikgadi. Dalle canne che crescono in riva al fiume Thamalakane che attraversa la città deriva la denominazione di Maun, ‘Maung’, ‘luogo di brevi canne’ in lingua San.

Multietnica e multirazziale, Maun è abitata da comunità di Baherero (originari della Namibia), Bayeyi (Wayeyi) del Ngamiland, Basubiya del nord ed europei di seconda e terza generazione. Sono stati innalzati edifici moderni, alberghi, uffici, negozi, centri commerciali, mentre in periferia rimangono tradizionali capanne indigene costruite in fango e paglia accanto a case con tetto di lamiera. Asini, capre e bovini continuano a pascolare liberamente nelle zone attorno al fiume Thamalakane, gli indigeni delle tribù locali raggiungono la città per rivendere il loro bestiame e gli agricoltori locali espongono i prodotti sui marciapiedi. A Maun vengono raccolti ed esportati i cesti lavorati a mano in Botswana da donne soprattutto Bayeyi e Hambukushu bantu che vivono in villaggi remoti al limite occidentale del Delta dell’Okavango.

Aperto al pubblico dal 1995 accanto all’uscita dell’aeroporto ubicato in centro, il piccolo Museo Nhabe dedicato alla storia del Ngamiland è situato in un edificio costruito nel 1939. Oltre a esporre e vendere manufatti di artisti locali, ospita mostre temporanee d’arte, fotografia e artigianato (tessuti, cesti, ecc.). Come un monumento storico della città, nel parco del museo è stato collocato il primo negozio di lamiera di ferro che fu aperto nella parte commerciale più storica di Maun.

Nella piccola riserva naturale di Maun, sentieri escursionistici attraversano una zona boschiva lungo elefanti BOTSWANA scirocco toursla riva orientale del fiume Thamalakane. Nella riserva si possono incontrare antilopi, facoceri, giraffe, gnu, impala, zebre e praticare birdwatching.

A circa 15 chilometri a sud di Maun, la Crocodile Farm è una fattoria che organizza visite guidate ed escursioni a bordo della tradizionale canoa mokoro in una zona paludosa nel Delta dell’Okavango popolata di coccodrilli del Nilo.

Fondata nel 1915 dai primi gruppi etnici Basarwa e Bayeyi, diventò la capitale del popolo Batawana di lingua Bantu che spostò il loro villaggio principale da Tsau con il benestare dell’Amministrazione britannica. Sede del governo della regione del Ngamiland, Maun era un insediamento dedito all’allevamento di bestiame. Nell’800 il villaggio diventò il centro dei territori di caccia di fauna selvatica e di commercio di avorio finché prevalse l’interesse per la conservazione ecologica della regione. Ai giorni nostri, Maun si è sviluppata soprattutto dopo la rapida crescita del settore turistico in Botswana e il completamento della strada asfaltata di collegamento al resto del Paese a fine anni ‘90.

 

Offerta di Scirocco Tours by Press Tours

Stanley Adventure Safari da Maun a Victoria Falls – Partenza a date fisse da Maun (Botswana)

Stanley Adventure Safari da Victoria Falls a Maun – Partenza a date fisse da Victoria Falls (Zimbabwe)

Richiedi un preventivo personalizzato

Scirocco Tours by Press Tours

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment