Rotolini fritti di yuca farcita di formaggio, gustosa ricetta dai Caraibi

Frutta e ortaggi nei Caraibi - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Rotolini fritti di yuca farcita di formaggio, gustosa ricetta dai Caraibi

Ringraziamo Lillian, un’esperta di cucina etnica e amica di Press Tours, per averci inviato una gustosa ricetta dai Caraibi: i rotolini fritti di yuca farcita di formaggio, morbidi bocconcini consumati come contorno o spuntino.

Conosciuta anche come manioca o cassava, la radice a tubero della yuca dalla dura polpa di colore bianco-giallastro è commestibile dopo cottura. Senza glutine, è una fonte principale di carboidrati, ma è povera di proteine. Valida alternativa alla patata, la yuca è di utilizzo estremamente versatile. Può essere cucinata in molti modi diversi (a vapore, bollita, poi saltata in padella, fritta, stufata, grigliata) e, come ingrediente, rientrare in numerose ricette (zuppe, gnocchi, polpette, empanadas, dolci).

Già nell’antichità la yuca era il cibo di sussistenza dei popoli indigeni nei Caraibi e in Sud America. Questa radice continua ad essere molto diffusa nell’alimentazione umana nei Paesi tropicali e l’alimento di base di molte popolazioni in Africa. Originaria del Sud America, la pianta della yuca (Manihot esculenta) della famiglia delle Euphorbiaceae è di coltivazione a buona resa e resistente alla siccità. La manioca cambia la denominazione in tapioca dopo l’essiccazione e la trasformazione in fecola o in granelli.

Ingredienti:

– 1 kg. di radice a tubero di yuca
– 100 gr. di formaggio semiduro di latte vaccino a pasta compatta (Edam, Gouda, ecc.)
– 2 cucchiai di farina
– 180 ml. di latte
– 2 uova
– un cucchiaio di burro
– olio
– sale e pepe q.b.

Preparazione:

Portare a bollire abbondante acqua leggermente salata in una pentola grande. Tagliare ed eliminare le estremità legnose della radice di yuca. Tagliare la yuca in fette spesse 5-7 cm. Con il coltello inciderne e asportarne sia il rivestimento di ruvida scorza legnosa marrone, sia la sottostante membrana rosata. Dividere ogni fetta di yuca in quattro parti, versarli nell’acqua a bollore e coprire la pentola con il coperchio. Lasciare bollire per 40 minuti, fino a quando la polpa di yuca è diventata molto morbida. Scolare e asportare il cordone legnoso centrale di ogni pezzo di yuca. Passare nello schiacciapatate o nel passaverdura oppure premere con forza la yuca attraverso un colino così andranno anche rimossi eventuali residui fibrosi.
In una terrina sbattere le uova e il latte con una forchetta, quindi incorporare la purea di yuca con una frusta o con un cucchiaio di legno, aggiungere sale e pepe a piacere amalgamando fino a ottenere un composto di consistenza densa ed omogenea. Lasciare raffreddare per una decina di minuti.
Tagliare il formaggio a pezzetti. Posare un cucchiaio di purea nel palmo della mano inumidita, premere per appiattire, adagiarvi qualche pezzo di formaggio, quindi lavorare a rotolino per richiudere la farcia. Scaldare abbondante olio in una capiente padella antiaderente. Friggere i rotolini di yuca fino a quando diventano leggermente dorati, poi prelevarli e scolarli a uno a uno con un mestolo forato e adagiarli brevemente su fogli di carta assorbente per alimenti. Trasferire su un piatto da portata e servire subito o tenere al caldo in forno anche per mezz’ora.

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment