Susques: pittoresco villaggio coloniale sull’altopiano nel nord-ovest dell’Argentina

Lama in Argentina - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Susques: pittoresco villaggio coloniale sull’altopiano nel nord-ovest dell’Argentina

Susques è un pittoresco villaggio coloniale capoluogo dipartimentale sull’altopiano all’estremità nordoccidentale dell’Argentina. A quasi 3.900 metri di quota a fondovalle della Puna Argentina nella parte sudoccidentale della provincia di Jujuy, Susques è il villaggio raggiungibile su strada asfaltata situato a maggiore altitudine in Argentina. Tra i più antichi nella provincia di Jujuy, il borgo storico di Susques è caratteristico per le basse casette costruite in tradizionali mattoni di argilla, sabbia e paglia essiccata (adobe) e con tetto a due falde. Le case sono allineate lungo l’ampio viale alberato antistante la chiesa dedicata alla patrona Nostra Signora di Betlemme. Il cimitero è al centro del villaggio e le strade laterali terminano in uno spettacolare paesaggio di montagna. A Susques si possono acquistare lavorazioni artigianali di produzione locale come i poncho di lana tessuti a telaio a mano.

Monumento storico nazionale dal 1943, la piccola Chiesa cristiana di Nostra Signora di Betlemme (Iglesia de la Virgen de Belén) costruita nel 1598 è tra le più antiche nella provincia di Jujuy e nell’Argentina nordoccidentale. Pregevole testimonianza del periodo coloniale spagnolo, la piccola Chiesa di Nostra Signora di Betlemme fu costruita in pietra, mattoni e malta da gesuiti spagnoli ed indigeni forse sul sito di ritrovamento di un’immagine nascosta della Vergine. In stile architettonico tipico dell’altopiano, la chiesa dalle spesse pareti irreArgentina Press Tours golari come il portone è particolare per il tetto di legno locale e paglia assemblata con malta, supportato da travi all’interno. Il campanile laterale porta due campane di bronzo fabbricate a Chuquisaca (oggi Sucre, capitale della Bolivia) e condotte a Susques dai gesuiti. L’interno semplice e allegro è decorato con stupendi dipinti a muro dai colori accesi raffiguranti 15 immagini di Santi, uccelli e fiori tipici della regione. Tra le migliori di epoca coloniale, queste opere furono dipinte da indigeni delle Ande, che avevano imparato da gesuiti spagnoli influenzati dalla scuola pittorica di Cusco. Sull’altare è posata l’antica statua della Santa patrona Vergine di Betlemme.

La costruzione di un sentiero sterrato tra la città di Purmamarca e il valico di frontiera Paso de Jama in Cile pose fine all’isolamento del villaggio di Susques in posizione remota all’estremità sudoccidentale di Jujuy. Nel 1976, fu agibile la strada tra il capoluogo provinciale San Salvador de Jujuy e il paese di Susques. Dopo lavori di miglioria apportati nel corso degli anni, dal 2005 la pavimentazione stradale della strada denominata Ruta Nacional 52 collega Purmamarca nella Provincia Argentina di Jujuy alla regione di Antofagasta in Cile tramite il Paso de Jama a 4.230 metri di altitudine.

Offerta di Press Tours

Tour Argentina: Tour Triangolo dei Deserti (Argentina-Cile-Bolivia) – 11 giorni/10 notti
Partenza garantita a date fisse con guida in italiano fino Aprile 2015

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment