Villaggi di capanne di meticci Caboclos intorno a Manaus in Amazzonia (Brasile)

Amazzonia (Brasile) - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Villaggi di capanne di meticci Caboclos intorno a Manaus in Amazzonia (Brasile)

I villaggi fluviali dei meticci brasiliani Caboclos sono raggiungibili con trekking nella giungla e in barca da Manaus, capitale dello Stato federale dell’Amazzonia nel nord-ovest del Brasile. I Caboclos, meticci discendenti dalle unioni di indigeni brasiliani con portoghesi colonizzatori incoraggiate nel ‘700 da re Giuseppe I del Portogallo, vivono in capanne in posizione remota sulle rive fluviali ai margini e nel cuore della foresta pluviale amazzonica intorno a Manaus. Circa 3 milioni di Caboclos, storici rappresentanti della cultura amazzonica, risiedono sparsi nella giungla immensa dell’Amazzonia in lontananza da centri urbani e da strade. Dal porto fluviale di Manaus nel cuore della foresta pluviale amazzonica si naviga nei numerosi canali laterali per risalire gli affluenti del Rio Negro e visitare le piccole comunità costiere di Caboclos.

Nella pianura della bassa e media Amazzonia, le comunità ripariali di Caboclos sono situate in ordine sparso nell’arco di una trentina di chilometri lungo il fiume. Accoglienti con i turisti, i Caboclos fluviali sono fieri di far conoscere le loro tradizioni folcloristiche. Le famiglie Caboclos mantengono uno stile di vita rurale tradizionale basato sulla pesca e sull’agricoltura di sussistenza senza mai allontanarsi dal gruppo di insediamenti. Lungo le sponde dei fiumi ai margini della giungla, per sopravvivere i Caboclos raccolgono i prodotti selvatici stagionali, coltivano manioca, pescano nel fiume amazzonico, cacciano volatili nella boscaglia, intagliano il legno, creano collane e braccialetti intrecciando materiali naturali e inserendovi diverse varietà di semi.

Isolate sulla riva del fiume su piccole zone strappate alla giungla, le capanne rustiche dimora dei Caboclos sono sopraelevate dal terreno a difesa delle inondazioni. Tetto e pareti sono realizzati con foglie essiccate di una specie di albero di palma diffusa nell’Amazzonia inferiore. Il pavimento e talvolta le pareti sono costruiti utilizzando tavole di legno proveniente da palmeti che crescono in abbondanza nel bacino amazzonico. All’interno, le capanne dei Caboclos sono illuminate da candele e da lampade ad olio estratto da maestosi alberi di andiroba diffusi sul Rio delle Amazzoni.

Numerosi tipi di cesti di vimini intrecciato sono sfruttati come contenitori differenti a seconda della loro forma: le borse servono per trasportare e conservare la farina di manioca e altri prodotti della terra, i contenitori per oggetti di vario genere sono chiusi con il coperchio. Le donne utilizzano un setaccio per filtrare farine e semi, un cilindro in legno di palma per spremere la manioca, pentolame e utensili da cucina alquanto rudimentali. Stuoie tessute in cotone a disegni colorati fungono da materasso. I Caboclos si circondano di animali selvatici che addomesticano, in particolare pappagalli e scimmie.

Offerte di Press Tours

Brasile Tour e Combinati fino ad Aprile 2015

Fai il tuo preventivo direttamente sul nostro sito

pulsante creazione viaggio

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment