Kaokoland (Namibia): area remota, selvaggia e arida nella regione di Kunene

Elefanti in Namibia - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Kaokoland (Namibia): area remota, selvaggia e arida nella regione di Kunene

Il Kaokoland (Kaokoveld) è un’area geografica aspra e arida, tra le più selvagge e incontaminate nell’Africa meridionale, situata nella regione di Kunene, nel nord-ovest della Namibia. Estremamente isolato e scarsamente popolato, il Kaokoland è compreso tra il fiume Kunene (a nord, al confine fra Namibia e Angola), la regione geografica Owambo (Ovamboland, a est), il fiume Hoanib (a sud) e l’Oceano Atlantico (a ovest). Eccetto che nelle verdi valli di Marienfluss e di Hartmann a nord, il Kaokoland è un territorio arido e roccioso nel sud, al confine con il deserto del Namib, e per lo più montuoso nell’entroterra (con vette a un’altitudine media di 1.400 metri in catene montuose).

Meta di diversi itinerari turistici per osservare la fauna selvatica, il Kaokoland è visitato soprattutto per la popolazione di elefanti che si sono adattati a sopravvivere nel deserto comportandosi in modo particolarmente rispettoso dell’ambiente. Caratterizzati da zampe particolarmente grandi, gli elefanti con habitat nella steppa arida del Kaokoland hanno sviluppato l’estrema capacità di resistere a periodi di siccità trovando sostentamento tra le scarse risorse disponibili. Branchi di elefanti si aggirano ogni giorno per centinaia di chilometri alla ricerca di vegetali e di pozze d’acqua residua negli alvei asciutti dei fiumi che, nei periodi di siccità, riescono a scavare nel sottosuolo. Altri animali selvatici liberi nella natura incontaminata sono i rinoceronti neri (reintrodotti dopo l’estinzione), giraffe, zebre di montagna, orici, kudu, springbok, struzzi. Con zone per attività sportive come il trekking e il rafting, il Kaokoland a nord del vicino Parco Nazionale Etosha è visitato anche per i villaggi Himba tradizionali in Namibia.

Nella regione del Kaokoland, la catena dei Monti Baynes (2039 m) nell’estremo nord è separata dai Monti Otjihipa dalle vallate del Marienfluss, mentre a sud-ovest si stagliano gli aridi Monti Hartmann. La flora montana comprende diverse specie di erbe, piante grasse e alberi nani. Nonostante il clima arido, il Kaokoland è attraversato da numerosi corsi d’acqua e il fiume Kunene forma cascate come le Ruacana Falls (120 m di altezza e 700 m di larghezza, le più alte in Namibia) e le Epupa Falls.

Tra le catene montuose e la costa sull’Oceano Atlantico l’area del deserto del Namib è quasi disabitata ed scarsità vegetativa con presenza soltanto di sporadiche piante succulente. Lo stretto versante desertico sul lungomare della Skeleton Coast è una pianura ghiaiosa con lastre di roccia che spesso è resa nebbiosa e umida dalle correnti fredde che arrivano dal mare aperto.

A bassissima densità abitativa, ai giorni nostri il Kaokoland è popolato da circa 16.000 indigeni, dei quali un terzo del gruppo etnico Himba, tribù di pastori seminomadi discendenti di un gruppo del popolo Herero emigrato dall’Africa centrale alla metà del ‘500. I principali insediamenti nel Kaokoland sono la città capoluogo regionale Opuwo e Kaoko Otavi. La strada tra Opuwo e Sesfontein è l’unica percorribile in automobile nel Kaokoland, teritorio in cui le impervie condizioni stradali richiedono un lento transito su fuoristrada.

Offerta di Scirocco Tours by Press Tours

Tour Speciale Namibia: Tour Best of Namibia – fino a Ottobre 2015
Partenza a date fisse con un minimo di 2 partecipanti

Richiedi un preventivo personalizzato

Scirocco Tours by Press Tours

  • Seguici su :

1Comment
  • Omaruru: cittadina in Namibia | Press Tours Blog
    Posted at 15:07h, 15 settembre

    […] Herero occidentale del gruppo etnico bantu guidata dal capo Wilhelm Zeraua scese dall’area di Kaokoland (Kaokoveld) della Namibia settentrionale e si stabilì sulla riva destra del fiume Omaruru. Nel […]

Post A Comment