Sankuyo (Botswana): villaggio tradizionale Bayei al limite del Delta dell’Okavango

Delta del fiume Okavango (Botswana) - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Sankuyo (Botswana): villaggio tradizionale Bayei al limite del Delta dell’Okavango

Sankuyo è un piccolo villaggio tradizionale abitato in prevalenza da indigeni Bayei al limite sud-orientale del Delta dell’Okavango in Botswana. Nel sottodistretto di Ngamiland East nel Distretto Nordoccidentale del Botswana, Sankuyo è situato in un’area arida a macchia cespugliosa e boschiva della pianura alluvionale del fiume Okavango a una decina di chilometri ad est dalla Riserva naturale di Moremi ed a 85 km dalla città di Maun. In gran parte occupata in diverse mansioni nelle strutture turistiche, la comunità Bayei di lingua bantu di Sankuyo appartiene al gruppo etnico più popoloso del Ngamiland, regione attorno al Delta dell’Okavango. Portatori di un’eredità culturale e linguistica, la comunità Bayei di Sankuyo è rimasta tradizionale nello stile di vita, negli usi e nei costumi (medicina erboristica, danze). Le attività di sussistenza dei Bayei sono la pesca, la caccia con arco e frecce, la coltivazione di ortaggi, sorgo e mais, l’allevamento di bovini e animali da cortile, la raccolta di canne di palude da intrecciare per creare cesti.

Per navigare, trasportare persone e merce, pescare, cacciare, raccogliere frutta ed erbe selvatiche nei canali d’acqua poco profondi, l’indigeno Bayei utilizza la tradizionale piroga (mokoro o makoro), veloce e silenziosa. In piedi in perfetto equilibrio a poppa della piroga stretta e lunga 6 metri, l’indigeno manovra abilmente un lungo palo (ngashi) per navigare nei canali d’acqua poco profondi. Il tipo di imbarcazione makoro fu introdotta nel Ngamiland a metà del ‘700 da tribù del popolo Bayei in fuga dal nord. Un tempo lavorate intagliando a mano tronchi dritti di alberi maestosi e resistenti (ebano, tek, kigelia), ai giorni nostri le piroghe dei Bayei sono per lo più stampate in fibra di vetro per conservare le foreste. Indigeni Bayei qualificati imbarcano uno o due turisti per volta su ogni piroga per condurli a esplorare i canali disseminati di canneti di papiro nel delta del fiume. I turisti possono così osservare, fotografare e filmare esemplari di centinaia di specie di uccelli e di animali selvatici rispettando l’assoluto silenzio degli habitat.

Botswana elefanti

A metà del ‘700, i Bayei furono i primi indigeni di lingua bantu a stanziarsi nell’area periferica del delta dell’Okavango. Qui i Bayei convissero in armonia con la comunità degli indigeni residenti appartenenti al popolo cacciatore-raccoglitore Basarwa (Boscimani, Khwe o San). Pur continuando a cacciare, i Bayei impararono dai Basarwa a pescare e ad allevare mandrie di bestiame. Ai Basarwa, i Bayei insegnarono la tecnica di intaglio dei tronchi d’albero per fabbricare piroghe makoro.

Botswana Fiume

Proposta di Scirocco Tours by Press Tours:

Tour Botswana Authentic Safari da Maun a Kasane

Richiedi un preventivo personalizzato

Scirocco Tours by Press Tours

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment