fbpx

San Luis Potosí (Messico): città coloniale con patrimonio storico e artistico

San Luis Potosi Messico

San Luis Potosí (Messico): città coloniale con patrimonio storico e artistico

San Luis Potosí è una città coloniale in una pianura a un’altitudine di 1.877 metri nell’altopiano della Mesa Centrale nel nord-est del Messico. Capitale dello Stato federato di San Luis Potosí, la città moderna conserva un patrimonio storico e artistico con splendide architetture barocche e neoclassiche. Nel 2010 il centro storico in gran parte pedonale di San Luis Potosí è stato inserito dall’UNESCO nel Camino Real de Tierra Adentro (Camino de la Plata), bene Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Missione francescana nel 1583, città coloniale nel 1592 dopo la scoperta di miniere d’oro e d’argento nel Cerro de San Pedro, San Luis Potosí diventò un centro importante del vicereame della Nuova Spagna e fu riconosciuta ufficialmente nel 1658. Ai giorni nostri prospero centro minerario e industriale in una fertile regione agricola con allevamenti, San Luis Potosí vanta numerosi pregevoli edifici coloniali, chiese in stile barocco come la Cattedrale, monumenti neoclassici (come l’ottocentesca Caja del Agua a struttura circolare), musei, piazze e parchi urbani collegati da strade pedonali.

In Plaza de Armas, la piazza principale nel centro storico, si può ammirare l’imponente Cattedrale in architettura barocca (1670-1730), monumento considerato tra i più pregevoli in Messico. Parzialmente modificata a fine ‘800, la Cattedrale ha la splendida facciata in pietra locale rosa tenue, due campanili grigi e interni in stile neoclassico. Nella piazza si trovano il Palazzo Municipale (1838), il Palazzo del Governo (1798-1816) e l’edificio storico di Casa de la Virreina.

MessicoA ovest di Parco Alameda, nella spettacolare Plaza del Carmen sono situati il Templo del Carmen (Monumento nazionale dal 1936) e il Museo Nazionale della Maschera. Tra i più stupendi edifici religiosi di epoca coloniale in Messico, il Templo del Carmen fu costruito a metà del ‘700 in tradizionale stile barocco messicano. In una magnifica ex-dimora privata dell’800 nei pressi della Cattedrale, il Museo Nazionale della Maschera conserva la più completa e ricca collezione di maschere provenienti dal Messico e da altre nazioni. Nelle vicinanze di Plaza del Carmen, il sontuoso Teatro de la Paz fu costruito tra il 1889 e il 1894 in stile architettonico neoclassico francese.

A pochi minuti dal centro, il Museo Francisco Cossío (Casa de la Cultura) espone reperti archeologici di epoca preispanica e oggetti d’arte occidentale dal ‘500 ai giorni nostri in un elegante edificio con la facciata neoclassica.

Tra i più ampi in contesto urbano in Messico, merita una visita il Parco Tangamanga fondato nel 1985. Con campi sportivi, zone ricreative e ludiche, il parco ospita spettacoli all’aperto e il contemporaneo Museo Labirinto delle Arti e delle Scienze con tecnologie interattive.

pulsante prenota su Press Tours

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment