Museo Nazionale di Antropologia di Città del Messico nel Parco Chapultepec

Logo Messico vivere l'incredibile

Museo Nazionale di Antropologia di Città del Messico nel Parco Chapultepec

Il Museo Nazionale di Antropologia nel Parco Chapultepec è il più maestoso e visitato per le interessanti collezioni archeologiche, etnologiche e storiche di straordinaria ricchezza a Città del Messico. Tra i più importanti in America Latina e nel mondo, il Museo Nazionale di Antropologia situato nel centro della capitale nazionale Città del Messico è circondato da giardini in parte allestiti con mostre all’aperto. Il Museo Nazionale di Antropologia custodisce ed espone reperti archeologici ed etnografici delle civiltà precolombiane che si svilupparono nell’area mesoamericana (parte del Messico e dell’America Centrale) e documenta lo stile di vita odierno dei discendenti degli indigeni messicani. Con allestimenti suggestivi, nello spazio espositivo viene ricostruita la storia del Messico: dalle tribù nomadi dell’epoca preistorica ai popoli precolombiani come i Maya e gli Atzechi fino alla conquista colonizzatrice da parte degli spagnoli nel ‘500.

Disposta su due livelli lungo tre lati di un cortile centrale rettangolare, la collezione permanente del museo è presentata in 23 sale espositive tematiche dedicate al Messico: l’antropologia preispanica a pian terreno, l’etnografia ai giorni nostri al primo piano. La struttura comprende inoltre una sala ad accesso indipendente riservata alle mostre temporanee, due auditorium e l’Archivio Storico del Museo.

Museo Antropologia Città del MessicoNel cortile centrale del Museo svetta il massiccio Monolite di Tláloc, un monumento precolombiano di pietra a rappresentazione della divinità azteca della pioggia. Come da un ombrello gigantesco, una maestosa fontana a pilastro con incisioni di cultura mesoamericana lascia ricadere dall’alto una cascata artificiale d’acqua. Nel Museo sono in mostra permanente reperti diversi per materiale, tipologia, provenienza da località del Messico: fossili, colonne di basalto, punte di freccia, attrezzature per agricoltura, sculture in pietra, ceramiche, ornamenti, riproduzioni di arte rupestre. Particolare è la Piedra del Sol, un monolite di pietra scolpita in modo esemplare nel ‘400 con simboli cosmologici e teologici aztechi in una serie di cerchi concentrici. A fine ‘700, questa mirabile opera atzeca fu scoperta nella piazza principale (odierna Piazza della Costituzione o Zócalo) del centro storico di Città del Messico. L’esposizione etnografica comprende ricostruzioni ambientali di scene di vita quotidiana con costumi tradizionali, manifatture di artigianato, modelli plastici architettonici, oggetti per culto religioso.

Proseguendo una tradizione museale avviata a fine ‘700 con una raccolta di documenti privati e con alcune statue, nel 1825 fu fondato il Museo Nazionale Messicano. Nel 1865, il Museo cambiò sede e nel 1910 fu denominato Museo Nazionale di Archeologia, Storia ed Etnografia. Dal 1940 fu ospitato nel Castello di Chapultepec come Museo Nazionale di Antropologia. Inaugurato nel 1964 nell’attuale edificio costruito e dedicato da progetto, il Museo è stato ristrutturato nel 1998.

pulsante prenota su Press Tours

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment