Diario di viaggio di Maurizio Di Bella nel Sud degli “States”

Charlotte North Carolina

Diario di viaggio di Maurizio Di Bella nel Sud degli “States”

Il Responsabile prodotto Stati Uniti e Canada Press Tours, Maurizio Di Bella, è rientrato da poco da un’altra esperienza di viaggio nell’autentico e caloroso Sud degli “States”.

Condividiamo con voi alcuni suoi appunti di viaggio, per trasmettervi un altro po’ del fascino di questo immenso paese che desideriamo farvi scoprire con noi di Press Tours.

“La Città Regina, spiagge, corazzate e campi di battaglia: quattro destinazioni, una grande storia.

Questo viaggio inizia da Charlotte, la città più grande del North Carolina.

The Queen City”, com’è comunemente conosciuta, ha molto da offrire in arte, storia e cultura. Se ci si concentra erroneamente solo nel suo City Center, non si riesce ad avere una visione completa della sua diversità di intrattenimento: dai musei ai luoghi storici, dalla musica ai luoghi del divertimento. Questa città merita di essere esplorata.

Il quartiere Uptown ospita alcuni dei musei più importanti della città, tra cui Discovery Place e il Mint Museum, insieme ad alcuni ottimi ristoranti della zona.

EpiCentre è di sicuro il centro dell’intrattenimento ad Uptown Charlotte. Con tre piani di ristoranti e divertimenti vari, dai pub con musica dal vivo come il Tin Roof alle discoteche coinvolgenti come il Whisky River, offre un’esperienza sicuramente diversa rispetto agli altri luoghi di Uptown Charlotte, diventato ormai un vero punto di ritrovo per molti dalla mattina fino a tarda notte.

Il distretto di South Park accoglie con un grandissimo Mall gli amanti dello shopping di qualità, mentre un giro attraverso il quartiere di Noda (Nord Davidson) si caratterizza per diverse mostre d’arte.

Charlotte North Carolina

© Photo courtesy of VisitNC.com

Una tappa al Levine Museum of the New South è d’obbligo per chi vuole imparare di più sulla storia del Sud. E’ davvero interessante vedere nelle sue esposizioni come sia cresciuta e si sia sviluppata Charlotte. Dai campi di cotone ed aziende agricole iniziali, per arrivare poi all’attuale vivace centro del sistema bancario e del commercio. Passando anche attraverso la guerra civile e gli anni della segregazione razziale, questo museo permette di avere una visione più approfondita ed attenta sulla storia di questa città e di questa regione.

Gli appassionati di sport hanno l’imbarazzo della scelta per le squadre locali da tifare, tra cui i Panthers per il footbal NFL, gli Hornets per il basket NBA ed i Checkers per l’hockey AHL.
Una visita qui a Charlotte non sarà completa senza provare il fervore dello Charlotte Motor Speedway di Concord e della NASCAR Hall of Fame, che contagiano con tutta la cultura che circonda questo animato sport fin dagli eventi che ne portarono alla sua nascita.

Gli amanti dell’avventura trovano il loro posto ideale allo U.S. National Whitewater Center, il più grande whitewater river costruito dall’uomo. Con un’estensione di più di 400 acri di terra, permette a chiunque di giocare ed allenarsi attraverso zip lines, arrampicate su roccia, kayak ed emozionante rafting!

Per gli appassionati di aviazione come me, è interessante una visita al Carolinas Aviation Museum per scoprire la storia ed il ruolo dei velivoli che vi sono messi in mostra. Conoscerete più da vicino alcuni aeromobili e potrete persino sedervi in una reale cabina di pilotaggio di un jet militare, per immaginare come sarebbe stato farli volare. Non dimenticate di portare la vostra macchina fotografica: al centro dell’hangar troverete la carlinga del “Miracle on the Hudson”, famoso in tutto il mondo per il suo atterraggio d’emergenza mentre planò letteralmente sulle acque del Hudson River senza causare perdite umane.

Girando per i vari quartieri di Charlotte si scopre come questa città abbia una vibrante e variegata scena culinaria.
Eccovi un esempio di alcune delle realtà che ho provato di persona.

Al raffinato e romantico Passion8, su Elizabeth Avenue, ho trovato un’atmosfera davvero accogliente. Un attento utilizzo di ingredienti di alta qualità, provenienti per la gran parte dai produttori locali che ne garantiscono costantemente la freschezza, offre poi l’opportunità di creare e servirvi squisiti menù che possono variare giornalmente. Da non perdere!

Soul Gastrolounge, situato nel quartiere di Plaza Midwood, serve invece una varietà di piccoli piatti, sushi e cocktail artigianali.

FuManChuCupCakes, in Lamar Avenue, vi sorprende con spettacolari piccoli cupcakes così diversi e dai sapori insoliti, persino a base di birre e liquori: una vera bontà!

Sycamore Brewing è un nuovo birrificio in crescita sulla scena della birra artigianale di Charlotte. Grazie alla sua atmosfera familiare, un comodo giardino esterno e soprattutto alle sue ottime birre, è già diventato un luogo favorito dai giovani che amano fermarsi qui per bere con gusto dopo il lavoro e nel weekend.

Prima di lasciare Charlotte, abbiamo trascorso l’ultima sera al leggendario The Fillmore Charlotte, che si trova nella NC Music Factory. Questo luogo dall’atmosfera unica, capace di ospitare oltre 2.000 persone, è lo spazio ideale scelto per ricorrenze speciali, ricevimenti, eventi privati e coinvolgenti concerti con band che suonano dal vivo.

Lasciamo ora Charlotte, per dirigerci verso le Outer Banks del North Carolina!

Un tratto lungo 130 miglia di isole barriera al largo della costa del North Carolina, le “OBX” come sono conosciute dai loro ammiratori, sono uno dei luoghi di vacanza preferiti da coppie e famiglie, con temperature gradevoli durante tutto l’anno.

Outer Banks del North Carolina!

La primavere e l’autunno sono favolose per godersi la destinazione ad un ritmo lento, mentre i loro miti inverni hanno ispirato tra gli altri, i fratelli Wright. Splendidamente naturali, formatesi da un millennio di vento, acqua e sabbia soffiata dall’Oceano Atlantico, le Outer Banks offrono numerose opportunità per godere di una vista incontaminata della natura attraverso parchi nazionali e statali, che ne conservano con cura la loro bellezza.

Prima di iniziare il tour delle Outer Banks, facciamo un passo indietro nella storia, per conoscere il loro “spirito” e come la città di Kill Devil Hill possa avere ottenuto il suo nome. Lo sapevate che queste isole hanno il loro marchio di rum chiamato Kill Devil Rum? Anche se il Rum è probabilmente nato nei Caraibi, la sua esatta isola di origine è sconosciuta.

La nostra prima tappa di oggi è la nuova Outer Banks Distillery, a Manteo. Con una degustazione, conosciamo il processo di produzione del rum, che va dalla melassa fino ai bicchieri, apprendendo con sorpresa del legame che lo collega strettamente alle Outer Banks.

La prossima tappa è il Faro di Bodie Island, completato nel 1872 sul lato nord di Oregon Inlet, vicino al confine settentrionale del Cape Hatteras National Seashore. Riconoscibile struttura a righe orizzontali bianche e nere, è stato in parte costruito con materiali rimasti dalla costruzione del più recente Faro di Capo Hatteras. Alto 150 piedi e dotato di lenti di prim’ordine Fresnel, illumina con il potere di 160.000 candele fino a 19 miglia oltre l’oceano. Dalla sua sommità offre una vista a dir poco spettacolare dell’area circostante, da quello che è forse il più pittoresco faro nel Cape Hatteras National Seashore.

Cape Hatteras Lighthouse

La nostra serata si conclude con una cena al Ocean Boulevard Bistro and Martini Bar. Al suo 20° anniversario, Ocean Boulevard è un bistro americano che offre un menù stagionale utilizzando prevalentemente alimenti che provengono dai moli di Wanchese e dai campi di Cuttituck, una lista unica di vini e degli ottimi drink martini.

Quest’oggi il nostro viaggio inizia con un tour in aereo per il sorvolo delle Outer Banks! Partiamo proprio lì da dove iniziò l’era del volo, al Wright Brothers National Memorial. La vista e le sensazioni che si provano da lassù sono davvero uniche, mentre voliamo verso il Cape Hatteras Lighthouse e Cape Point su Hatteras Island. Dopo il tour aereo, ci dirigiamo verso il Wright Brothers National Memorial, per scoprire anche perché Orville e Wilbur Wright scelsero proprio Kitty Hawk per lanciare la loro “macchina più pesante dell’aria” su queste coste.

Dopo la sosta a Kill Devil Hill, ci dirigiamo a Norfolk, in Virginia. In questa città scopriremo insieme di storia navale, vita di città, divertimento, ottima cucina e liquori.

La nostra esperienza inizia con un tour guidato della più grande installazione aeronavale del mondo, Naval Station Norfok! La base, che si trova nell’ampia Baia di Chesapeake ed occupa più di 146 km2 di terreno, è anche la sede dello United States Fleet Forces Command.

Presso il Chrysler Museum of Art ammiriamo poi la collezione di classe mondiale di Walter Chrysler Jr, che attraverso oltre 30.000 opere d’arte racconta migliaia di anni di storia.

Vi siete mai chiesti da chi e dove sia stato inventato il cono di cialda? Il mistero vi sarà svelato al Doumar’s Cone and Barbecue, dove la World’s First Waffle Cone Machine è tuttora in uso e perfettamente in funzione.

La scienza non è mai stata così divertente come al Nauticus, museo e centro di tecnologia dove esplorare la forza del mare. Facciamo un salto a bordo della nave da guerra Winsconsin, ancorata qui di fianco, la più grande ed ultima nave da battaglia mai costruita dalla U.S. Navy.

Assaggiando poi buona cucina ed ottime bevande a bordo dello yacht Spirit of Norfolk ci godiamo la vista panoramica dello skyline della città.

Per l’aperitivo trascorriamo con piacere il nostro tempo in relax, sorseggiando dell’ottimo vino prodotto con uve della Virginia nella prima cantina urbana dello stato, a Mermaid Winery.

La serata termina con un’ottima cena nel quartiere storico di Ghent, dove numerosi ristoranti di proprietà offrono le specialità della casa, mentre il loro accogliente personale ci racconta la storia del loro locale e del cibo.

Quest’oggi scopriamo autentiche città americane, a misura d’uomo, ricche di storia e piene di caratteristici negozi e ristoranti: la storica cittadina situata sul fiume di Occoquan, fondata a metà del 18° secolo, ed il Centro Storico di Manassas, sede di una vivace e fiorente scena artistica.

Visitiamo poi con piacere il Museo Nazionale del Corpo dei Marines, a poca distanza da Quantico. In questa che si rivela una vera e profonda esperienza per la vista, l’udito ed il tatto, viene raccontata con onore la storia dei Marines degli Stati Uniti. Lo sapevate che il suo edificio di acciaio a forma inclinata è stato progettato per imitare la forma dei famosi alzatori della bandiera di Iwo Jima?

Proseguiamo con una veloce visita al museo Weems-Botts, una volta sede del Reverendo Mason Locke Weems, il primo biografo ufficiale di George Washington che creò il famoso mito dei ciliegi.

Alla Liberia Plantation abbiamo fatto un passo indietro nel tempo, per rivivere com’erano le vacanze natalizie nel 1860, in questa che fu ai tempi una delle piantagioni di successo nella parte occidentale della Prince William County.

Dopo una degustazione di liquori, la cena si è svolta nella sala per eventi privati della KO Distillery di Manassas. Prima distilleria della città, è oggi la 19° distilleria registrata nel Commonwealth, ed una delle 1.000 distillerie in crescita negli Stati Uniti.

Prima di terminare la serata, abbiamo l’opportunità di sperimentare la vita del centro storico di Manassas, che offre un’interessante varietà di negozi, gallerie e ristoranti.

Inizia oggi il nostro ultimo giorno prima della partenza per il rientro verso l’Italia.

Per la colazione ci rechiamo da Jukebox Diner, dove facciamo un salto indietro nel tempo agli anni ’50. L’epoca dei “Diners” riprende così vita con jukebox che suonano rock ‘n roll music, murales dipinti a mano ed il miglior cibo della zona; con quel tocco d’atmosfera tipica del Diner americano in vecchio stile.

Al Ben Lomond Historic Site troviamo i graffiti lasciati dai soldati statunitensi federali nel 1862, tra cui la firma di un successivo destinatario della Medaglia d’Onore. Subito dopo l’inizio della guerra civile, la casa venne trasformata in un ospedale da campo confederato. Per quasi un mese i soldati feriti vennero stipati dentro la casa con la maggior parte di essi che ne ricopriva ormai i pavimenti. Le truppe confederate accampate qui vicino in inverno, richiesero che la casa venisse adibita ad ospedale per trattare gli uomini malati. Dopo che i Confederati evacuarono la zona nel 1862, i soldati federali perquisirono la casa, distruggendo i mobili e sporcandone l’interno con dei graffiti. Il sito comprende un edificio principale a due piani, una casetta per la produzione dei formaggi, affumicatoio, cucina anteguerra e quartiere degli schiavi.

Al Manassas National Battlefield Park ci si commuove nell’apprendere la storia e vedere dove i due eserciti si scontrarono per la prima volta, sui campi che si affacciano a Bull Run, il 21 luglio 1861. Fu proprio qui che i pesanti combattimenti spazzarono via qualsiasi idea di una guerra rapida, che rimane tuttora la più sanguinosa dell’America.

Il nostro viaggio si conclude al Washington Dulles International Airport. Tempo a disposizione permettendo, c’è la possibilità di visitare il secondo edificio dello Smithsonian National Air and Space Museum, ora annesso al complesso aeroportuale. Tra i due che compongono il NASM, l’edificio principale è situato sul National Mall nel centro di Washington D.C. Insieme posseggono più reperti della storia dell’aviazione di quelli che si possono vedere.

E’ stato un altro viaggio che ha portato con sé le tipiche emozioni del Sud:
dalla vita della grande città a quella delle piccole autentiche town americane, dai divertimenti all’ottima cucina, dai panorami mozzafiato alla storia del volo, dai luoghi della guerra civile al ricco patrimonio degli Stati Uniti.

Qualunque cosa scelga il vostro cuore, vi innamorerete ogni volta delle destinazioni di questo grande paese!

Maurizio Di Bella

Sul sito Press Tours potete fare il vostro preventivo per la vostra vacanza negli Stati Uniti.

pulsante prenota su Press Tours

  • Seguici su :

1Comment
  • laura bonanno
    Posted at 19:08h, 20 gennaio

    ottimo sistema per “viaggiare”da dietro una scrivania…..
    aggiungendo nuove destinazioni,quindi nuovi consigli ai ns.clienti

Post A Comment