fbpx

In cima al vulcano, anzi due, diario di viaggio Giava

Vulcani Giava Indonesia foto Alessia D'agostini

In cima al vulcano, anzi due, diario di viaggio Giava

Proseguono i diari di viaggio della nostra collega Press Tours Alessia D’Agostini che trovate al booking dedicato Oriente che oggi ci racconta del suo viaggio tra i vulcani in Indonesia a Giava. 

Quando scopri che l’intera Indonesia possiede almeno 150 vulcani ancora attivi, e sai che dovrai fare l’ascesa su almeno due di loro; beh le tue gambe iniziano a camminare e il tuo cuore a battere e la tua mente a viaggiare.

Ma quando ci sei sopra raggiungi una tale soglia di gratificazione personale affiancata dalla tua amica Natura, che non ti pesa più il tempo della ‘camminata’ fatta… in sua compagnia.

Il Monte Bromo è uno dei luoghi più incredibili dell’Indonesia, caratterizzato da un paesaggio lunare, quasi come essere sulle diverse galassie di ‘Stars Wars’. Ma al posto di droni e robot ti ritrovi immerso tra i crateri dei 2 vulcani vicini Kursi e Batok.

Vulcani Giava Indonesia Kursi e Batok

L’escursione è assolutamente da effettuare ancora prima dell’alba, così da riuscire ad arrivare prima della folla dei tanti turisti che troverete.
Sconsiglio il periodo di Agosto perché è più affollato.
Ma se anche doveste trovarvi lì nel mese di Agosto non temete: basta davvero arrivare 5 minuti prima di tutti, e si godrà davvero di uno dei più incredibili paesaggi indonesiani.

Il sole sull’isola di Giava nei mesi estivi, ad Agosto soprattutto, sorge intorno alle 5.40, per cui è consigliabile dormire la notte pre-tour presso Probolinggo dove si possono trovare strutture stile piccoli lodge di montagna.
Mi raccomando portatevi calzettoni pesanti e caldi maglioni!

La sveglia all’alba è sicuramente traumatica, soprattutto in vacanza, ma se vi abituerete al Kopi Luwak (caffè tipico indonesiano prodotto dalle bacche ingerite e poi defecate da un graziosissimo animale, il musang) e alle crepes al platano, non sarà difficile mettervi in cammino.

Con le Jeep si raggiunge il punto più alto per vedere il sorgere del sole dal Monte posto esattamente difronte al Monte Bromo; e si aspetta che la luce illumini pian piano le fredde rocce del monte.

Appena lo spettacolo del sole che sorge giunge al termine, si consiglia di arrivare subito alle pendici del Monte Bromo per salire fin sul cratere.

Il percorso non è difficile né troppo lungo, alla portata di tutti, volendo vi saranno molti cavallini a disposizione, che per poche rupie date al padrone vi porteranno in cima.

Vulcani Giava Indonesia foto Alessia D'agostini

Il cratere, perfetto e silente (per ora) fuma spettacolare, e voi avete il tempo di scattare qualche fotografia prima di iniziare la discesa sulla via del ritorno. Dormire e il mattino seguente ritrovarvi sopra al secondo vulcano, lo Ijen.

Vulcani Giava Indonesia foto Alessia D'agostini

Il vulcano Ijen si trova su un altopiano, nella regione vulcanica che prende il nome da quest’ultimo. Lo Ijen Plateau è la vasta regione vulcanica che comprende oltre il vulcano Ijen anche il Merapi e il Raung.

La spettacolarità del vulcano Ijen (‘Montagna solitaria’) risiede nel gioco di luce e tonalità che l’acqua del cratere del vulcano e l’azzurro del cielo fanno. Una volta arrivati in cima, dopo almeno 1,30 di camminata, il panorama mozzafiato che si presenterà sarà quello di luci, colori blu e azzurri avvolti dal bianco pannoso delle nuvole; macchioline gialle saranno anch’esse protagoniste, rocce di zolfo che rendono importante e ricca la montagna; tanto da possedere un intenso traffico di minatori che giornalmente trasporta carichi di questo minerale.
Concedetevi tutto il tempo per ammirare la vastità del vulcano, il mare di nuvole sul quale sarete e farvi riscaldare dai primi raggi del sole, che lento si alzerà illuminando il tutto.

Vulcani Giava Indonesia foto Alessia D'agostini

Gli indonesiani vivono in un complesso ed eterogeno mondo insulare, in qualsiasi parte della nazione uno vada, si troverà un ecosistema naturale al di fuori di ogni aspettativa. Il viaggiatore che per mare o per terra si troverà a viaggiare per l’Indonesia verrà catapultato in scorci, paesaggi e persino culture diverse tra loro ma sotto un’unica bandiera e nazione.
Non basterà 1 mese per assaporare le ricchezze di questa terra.

Per informazioni su tour in Indonesia vi rimandiamo al sito Press Tours

pulsante prenota su Press Tours

Alessia D’Agostini Viaggio Indonesia 2015 Isola di Giava

 

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment