Mitla (Oaxaca, Messico): sito archeologico precolombiano Zapoteco Patrimonio UNESCO

Mitla (Oaxaca, Messico) - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Mitla (Oaxaca, Messico): sito archeologico precolombiano Zapoteco Patrimonio UNESCO

Mitla (Mictlán, Luogo dei morti o Terre dell’oltretomba in lingua Atzeca, Lyobaa o Luogo di riposo in lingua Zapoteca) è il sito archeologico precolombiano Zapoteco situato a 10 km verso est del comune di San Pablo Villa de Mitla nello Stato federato di Oaxaca nel sud del Messico. Alle pendici settentrionali della valle Tlacolula a 53 km dalla città capitale federale di Oaxaca ed a 516 km dalla capitale nazionale Città del Messico, verso sud-est, Mitla è uno dei siti archeologici tra i più visitati nello Stato di Oaxaca e un bene culturale Patrimonio Mondiale dell’Umanità designato dall’UNESCO nel 2010.

Mitla è uno dei siti archeologici meglio conservati in Messico grazie al clima freddo della centrale vallata di Oaxaca dominante nel fondo valle a 1.480 metri di altitudine al limite orientale tra le alte montagne della Sierra Madre del Sur. Gli scavi archeologici avviati a Mitla negli anni ‘20 e ’30, furono proseguiti dagli anni ’80 per concludersi alla fine del ‘900. La distintiva ricchezza di Mitla riguarda gli elaborati mosaici raffinati con migliaia di piccole pietre tagliate, levigate fissate direttamente o sullo stucco color rosso di fondo e incastonate tra di loro senza ausilio di malta per comporre complessi motivi a disegno geometrico che adornano a profusione pareti, colonne, architravi, fregi, tombe, senza mai ripetersi. I muri furono costruiti con un nucleo di fango e di pietra ricoperta di gesso o di roccia calcarea a spacco.

Messico - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

All’inizio del Periodo Classico (100-650) villaggio fortificato come luogo sacro di sepoltura nella valle piuttosto remota, Mitla diventò il centro religioso più importante e influente del popolo degli Zapotechi fino al 900. Gli evoluti Zapotechi abitanti di Mitla avevano elaborato sistemi di scrittura e di calendari, coltivavano campi terrazzati irrigati creati alle pendici delle montagne ed ebbero contatti con altre popolazioni mesoamericane. Mitla si sviluppò dal 750, dalla costruzione della città nell’850, prosperando fino al 900 ed estendendosi fino al 1520, quando sopraggiunsero gli spagnoli colonizzatori, rimanendo abitata dagli Zapotechi anche dopo che i Mixtechi si impadronirono della zona intorno al 1000. L’influenza mixteca nell’architettura zapoteca raggiunse l’apice di sincretismo nel 1200. Nel 1553, l’arcivescovo Albuquerque ordinò di distruggere gran parte della città per costruire chiese riciclando la pietra delle rovine, come la chiesa di San Pablo in alto sul sito di Mitla.

La zona archeologica di Mitla comprende cinque gruppi principali di architettura monumentale allineati seguendo le direzioni cardinali e caratterizzati da piazze tradizionali circondate da palazzi su piattaforme: all’ingresso del sito, i meglio conservati Gruppo Nord (Grupo de las Iglesias) ed a sud il Gruppo delle Colonne (Grupo de las Columnas), con edifici amministrativi e palazzi sontuosi con facciate decorate a mosaico e cortili inerni quadrati; il Gruppo Arroyo (Grupo del Arroyo); il Gruppo Adobe (Grupo de los Adobes) e il Gruppo Sud (Grupo del Sur) classificati come centri cerimoniali con piazze centrali. Ogni gruppo ha diversi cortili interni rettangolari collegati da lunghi passaggi tortuosi oppure separati delimitato da stanze lunghe e strette.

Proposte Tour Messico 2016 e 2017 di Press Tours:

Tour Viva Messico

Tour I Colori del Messico

Tour Caminos de Mexico

pulsante prenota su Press Tours
  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment