Parque Nacional del Este (Repubblica Dominicana) tra i più estesi nei Caraibi

Repubblica Dominicana - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Parque Nacional del Este (Repubblica Dominicana) tra i più estesi nei Caraibi

Il Parque Nacional del Este offre diversi scenari naturali con un patrimonio di biodiversità presso le rinomate località turistiche di La Romana-Bayahibe nella Provincia di La Altagracia nel sud-est della Repubblica Dominicana e dell’isola di Hispaniola. Raggiungibile a piedi da Bayahibe e in breve tempo di guida dalla città di La Romana, lo stupendo Parque Nacional del Este è un parco terrestre e marino tra i più estesi nei Caraibi fondato nel 1975 dopo essere stato riserva naturale dal 1975.

In gran parte su una penisola coperta di foresta pluviale subtropicale e secca, il settore terrestre del Parque Nacional del Este è interessante per le oltre 500 varietà botaniche da fiore e per la fauna selvatica (oltre 140 specie di uccelli anche endemici così come l’iguana rinoceronte lunga quasi un metro e mezzo). Il sentiero Padre Nuestro Trail conduce attraverso questo territorio di interesse eco-archeologico e speleologico in origine abitato dagli indigeni Taino, amerindi sopraggiunti nei Caraibi dal Sud America. Oltre alle ancestrali terrazze e scogliere calcaree, nel parco sono state scoperte più di 400 grotte (Cueva de Chicho) con pareti decorate con arte rupestre (pittogrammi precolombiani e incisioni rupestri dei Taino come nella Cueva del Puente). Le grotte custodiscono anche sorgenti di acqua dolce e laghi sotterranei (per nuotare e per immersioni di subacquei esperti tra stalattiti e stalagmiti dai 9 ai 30 metri di profondità).

Isola di Saona Repubblica Dominicana

Nell’area marina protetta degli ambienti naturali costieri e insulari, il Parque Nacional del Este comprende le formazioni delle barriere coralline da ammirare con immersioni subacquee, l’isola di Saona, l’isoletta di Catalina ad ovest, i due isolotti di Catalinita e la piscina naturale di La Palmilla. L’isola di Saona con i due tipici villaggi di pescatori di Mano Juan e di Punta Gorda dalle case tradizionali in legno vanta piscine naturali ideali per nuotare e coste per attività di snorkeling tra bellezze di forme di vita dalle stelle marine ai delfini ed ai lamantini in circolazione nelle acque attorno alle isole. Nei mesi della stagione riproduttiva tra marzo e novembre, l’isola di Saona è il sito di nidificazione di 3 specie di tartaruga marina (embricata, verde, liuto) più importante nella Repubblica Dominicana. Sulla punta all’estremità sud-orientale, la baia di Las Calderas è interessante per il birdwatching della più popolosa colonia di uccelli fregata nei Caraibi e di numerose specie di uccelli con habitat tra le paludi di mangrovie nelle lagune di acqua salata.

Nel territorio del parco sono ammesse soltanto visite guidate in compagnia di guide autorizzate (disponibili agli ingressi). E’ vietato il campeggio. Per visitare la parte marina del parco vengono organizzate escursioni turistiche su imbarcazioni che salpano da Bayahibe.

pulsante prenota su Press Tours
Foto isola di Saona Giovanni Frenda
  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment