Bayamo (Granma, Cuba): pittoresca città storica capoluogo con edifici d’epoca e musei

Bayamo (Cuba) - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it)

Bayamo (Granma, Cuba): pittoresca città storica capoluogo con edifici d’epoca e musei

Bayamo è la pittoresca città di importanza storico-culturale capoluogo della provincia di Granma nella parte orientale dell’isola di Cuba. Nel 1513 Bayamo fu il secondo insediamento spagnolo fondato sull’isola dal conquistatore spagnolo Diego Velázquez de Cuéllar (1465–1524), che fu il governatore di Cuba dal 1511 fino alla morte. Situato su una pianura ventosa vicino al fiume Bayamo, l’insediamento fu riconosciuto ufficialmente come città nel 1827. Tra le roccaforti dei cubani insorti, Bayamo fu quasi distrutta durante la guerra civile del 1868-1878 nel tentativo di ottenere l’indipendenza dalla Spagna. Il 12 gennaio 1869 gli abitanti di Bayamo preferirono appiccare il fuoco alla città piuttosto che consegnarla all’esercito coloniale spagnolo. Rimasero intatte diverse case coloniali lungo le strette strade cittadine.

La tranquilla Bayamo è soprannominata Ciudad de los coches (Città dei carretti) per la diffusione di questi mezzi di tasporto trainati da cavalli. Calle General García (Paseo Bayamés) è la principale strada commerciale di Bayamo. Dalla fine degli anni’90 è pedonale e abbellita con colorati murales e lampioni divertenti. Lungo la via sono interessanti due piccoli musei adiacenti: il Museo de Cera e il Museo de Arqueología.

Accanto al Museo Provincial, è aperta al pubblico quale museo la Casa Natal de Carlos Manuel de Céspedes, dove nacque il 18 aprile 1819 e visse fino ai 12 anni. Ricco e colto proprietario terriero, egli diventò l’eroe rivoluzionario della prima guerra d’indipendenza, liberò gli schiavi nel 1868 e fu ucciso dagli spagnoli nel 1874. Unico edificio coloniale a due piani rimasto integro nell’incendio del 1869, il museo espone arredi e cimeli originali dell’epoca appartenuti alla famiglia Céspedes. La centrale Plaza de la Revolución (Parque Céspedes) è una delle più ombreggiate, tranquille e rilassanti sull’isola di Cuba. Nella piazza circondata da monumenti, il parco con maestosi alberi ombrosi è la migliore sede cittadina a cielo aperto per concerti musicali. La denominazione di ‘Plaza de la Revolución’ deriva dall’evento storico della prima proclamazione dell’indipendenza di Cuba nel 1868 da parte di Carlos Manuel de Céspedes davanti al colonnato del Palazzo dell’Ayuntamiento (Municipio). Al centro della piazza si fronteggiano la statua in bronzo raffigurante Carlos Manuel de Céspedes e il busto in marmo di Perucho Figueredo, poeta e rivoluzionario cubano, con incise alla base le parole dell’inno nazionale cubano da questi composto.

CUBA logo

A un chilometro verso sud-est da Parque Céspedes, l’ex circolo ufficiali della caserma militare Carlos Manuel de Céspedes è diventato sede del Museo Ñico López. Il 26 luglio 1953 il comandante cubano Ñico López guidò 25 guerriglieri rivoluzionari all’assalto di questa guarnigione per impedire che la caserma Moncada nella città di Santiago di Cuba ricevesse rinforzi. Riuscito a fuggire in Guatemala, López fu il primo cubano diventato amico di Ernesto “Che” Guevara nel 1954. Insieme a questi e Fidel Castro, López sbarcò a Cuba dal Messico a bordo della nave Granma nel 1956 durante la Rivoluzione cubana, ma fu ucciso poco dopo.

Nella Plaza del Himno Nacional fu intonato per la prima volta nel 1868 l’inno nazionale, La Bayamesa. Costruita nel 1740 al posto di una chiesa esistente dal 1514, l’Iglesia Parroquial Mayor de San Salvador, distrutta da un incendio nel 1869, fu ricostruita nella piazza nel 1919 in stile architettonico coloniale. Rimase intatta la Capilla de la Dolorosa (1720) con uno splendido altare in legno dorato in stile barocco e il soffitto in legno di cedro.

A quasi un chilometro dalla piazza principale di Bayamo, il tranquillo Parque Chapuzón attraversato dal fiume Bayamo è un’oasi verde urbana per rilassarsi, fare un pic nic con barbecue, passeggiare lungo i sentieri, intrattenersi nei bar e ristoranti lungo le rive, nuotare nel fiume.

Scopri le offerte vacanza di Press Tours

pulsante prenota su Press Tours
  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment