Cardenas (Matanzas, Cuba): storica città marittima coloniale con musei e monumenti

Varadero (Cuba) - Foto Archivio Press Tours (http://www.presstours.it/)

Cardenas (Matanzas, Cuba): storica città marittima coloniale con musei e monumenti

Cárdenas (San Juan de Dios de Cárdenas) è la storica città marittima coloniale capoluogo comunale nel nord della provincia di Matanzas a 30 km a sud dalla località balneare di Varadero sull’isola di Cuba. La città è affacciata sull’ampia baia aperta e poco profonda di Cárdenas con una bellissima spiaggia di sabbia bianca e, a nord-ovest, è riparata dal lungo e stretto promontorio della Penisola di Hicacos. La pittoresca città portuale di Cárdenas antistante una fertile pianura costiera coltivabile fu fondata nel 1828 da famiglie cubane e spagnole. Tra la fine dell‘800 ed i primi del ‘900, Cardenas diventò una città tra le più prospere di Cuba per l’esportazione dello zucchero di canna. A 147 km a est dell’Avana, capitale di Cuba, Cárdenas è una città con un’economia agricola, industriale, della pesca, del settore culturale. Rimasta tradizionale con calesse e biciclette ma attrezzata per il turismo, Cárdenas conserva edifici ottocenteschi, musei e monumenti. Le strade strette disposte a griglia su modello urbanistico tipicamente nordamericano sono interrotte da numerose piazze.

L’Iglesia Parroquial Purísima Concepción (1846) in stile architettonico greco-romano, con una facciata maestosa con tre grandi portoni, è affiancata da due torri gemelle con quattro campane e un orologio.

Di fronte alla chiesa parrocchiale in Plaza de Armas, dal 1862 Plaza de Colón è abbellita da una statua di bronzo raffigurante l’ammiraglio Cristoforo Colombo. Donata alla città da Regina Isabella II, questa statua fu il primo monumento pubblico celebrativo del navigatore genovese scopritore del Nuovo Mondo a Cardenas, sull’isola di Cuba e nelle Americhe. Il monumento modellato dallo scultore spagnolo José Piquer, il primo della Casa reale spagnola, fu forgiato in bronzo a Marsiglia (Francia). Per motivi di viabilità fu trasferito dalla sede originale in Plaza del Recreo a quello attuale.

Nell’elegante edificio coloniale ex municipio ha sede il Museo Municipal de Cárdenas ‘Oscar María de Rojas’ inaugurato nel 1900, il secondo più antico sull’isola di Cuba. Denominato in omaggio al fondatore e primo direttore, il museo è dedicato alla storia e alla cultura della città e della regione. Le importanti raccolte esposte comprendono reperti archeologici, etnologiche (civiltà precolombiane di Cuba e dell’America), scienze naturali (minerali, farfalle, lumache), di numismatica, documenti, armi, oggetti curiosi.

varadero Cuba

Dal 1932 il Museo Máximo Gómez. Veteranos de la Independencia è ospitato in un edificio costruito a metà dell’800. Il museo celebra la partecipazione dei cittadini ribelli di Cárdenas alla guerriglia e alla rivoluzione intraprese dal popolo cubano per conquistare l’indipendenza di Cuba. Il dominicano Máximo Gómez y Báez combattè a fianco dei rivoluzionari di Céspedes nel 1868 e nel 1895 dopo essere ritornato a Cuba.

Il Museo a la Batalla de Ideas (2001) è il primo nella nazione e nel mondo a documentare la storia delle relazioni tra i governi di Cuba e degli Stati Uniti d’America. La sala principale del museo è dedicata alla campagna per il rimpatrio a Cuba del bambino cubano di sei anni Elián González salvato da pescatori americani quale unico superstite di un naufragio. Tentando di raggiungere illegalmente gli Stati Uniti in barca annegarono la madre e il patrigno di Elián González e un’altra decina di persone imbarcate. Dopo peripezie e un processo giudiziario, nel 2000 il bambino fu affidato al padre a Cuba.

In un edificio neoclassico del 1873 designato Monumento Nazionale nel 1971 ha sede il Museo Casa Natal de José Antonio Echeverría dal 2001. Con storiche collezioni di oggettistica originale, fotografie, documentazione, il museo documenta la vita e l’operato del leader studentesco cubano nato nel 1932 a Cárdenas e ucciso nel 1957 a l’Avana dalla polizia cubana dopo aver tentato di assassinare il dittatore Fulgencio Batista nel Palazzo Presidenziale.

Dal 1850 Cárdenas è soprannominata la Città Bandiera: sull’Edificio La Dominica (ai giorni nostri Monumento nazionale cubano dal 2000), all’epoca sede governativa, fu innalzata per la prima volta l’attuale bandiera nazionale cubana dal patriota venezuelano Narciso López alla guida di un gruppo di cubani e di americani.

Press Tours consiglia alcuni hotel di diversa categoria affacciati sulla stupenda spiaggia di Varadero a nord di Cárdenas:
– a 17 km l’EXPLORACafé Los Delfines (3 Stelle Superior)
– a 27 km l’EXPLORAClub Be Live Turquesa Bungalows (4 Stelle)
– a 27,5 km l’EXPLORAResort Melià Las Antillas Bungalows & Resort (4 Stelle Superior)
– a 32 km l’EXPLORAResort Sanctuary at Grand Memories (5 Stelle).

Scopri le offerte vacanza di Press Tours

pulsante prenota su Press Tours
  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment