Port Royal (Jamaica): villaggio di pescatori Patrimonio nazionale protetto per storia coloniale

Mappa jamaica Port Royal

Port Royal (Jamaica): villaggio di pescatori Patrimonio nazionale protetto per storia coloniale

Port Royal è un villaggio di pescatori designato Patrimonio nazionale protetto della Jamaica dal 1996 con un passato di storia coloniale. Port Royal è affacciato su un’ampia baia sul Mar dei Caraibi all’estremità della penisola a striscia di sabbia di Palisadoes, protezione naturale del porto della capitale Kingston, nel sud-est della Jamaica. Palisadoes è un sito Ramsar di importanza internazionale dal 2005 per la varietà di zone umide. Dal 1999 è stato avviato un progetto di riqualificazione della cittadina di pescatori quale destinazione turistica per accogliere navi da crociera a 32 km a sud dalla città di Kingston.

Spiaggia in Jamaica

Il Museo Nazionale di Archeologia, il Centro per la ricerca archeologica e di conservazione, uffici, laboratori e magazzini sono ospitati nell’edificio dell’ex ospedale navale ricostruito nel 1818 al posto del precedente distrutto da un incendio nel 1815. Questa struttura è rara e particolarmente resistente in quanto costituita da elementi prefabbricati in ghisa importati dall’Inghilterra, assemblati da schiavi africani sotto la direzione di ingegneri britannici.

Del cantiere navale della base militare dell’epoca britannica sono rimaste le diverse strutture comprese le rovine del pontile, il magazzino e le dimore dell’Ammiragliato di fine ‘800.

Nella città moderna di Port Royal rimangono due edifici storici: il carcere (1710) in grandi pietre tagliate e legno con porte e finestre incorniciate da mattoni e l’ottocentesco McFarlane’s Bar.

In origine quest’area fu denominata Caguay o Caguaya da indigeni Taino provenienti da altri siti della Jamaica per effettuare battute di pesca. Fondata nel 1509 dagli spagnoli, Port Royal diventò la città coloniale inglese più estesa e il principale centro commerciale nel Mar dei Caraibi nella regione dei Caraibi fino alla seconda metà del ‘600. All’epoca Port Royal era una città portuale opulenta e dissoluta, base principale di corsari inglesi e olandesi che attaccavano le navi della Spagna degli Asburgo. Dopo il terremoto e lo tsunami nel 1692, due terzi di Port Royal affondarono nelle acque del porto nell’arco di pochi minuti e lì sono rimasti quale tesoro archeologico unico perfettamente conservato a pochi metri di profondità. In seguito a questo disastro naturale, il ruolo di polo commerciale passò alla vicina Kingston. A partire dal 1692, Port Royal fu più volte danneggiato, ricostruito, distrutto da terremoti fino al 1907, oltre che da incendi e da uragani. La Giddy House di Fort Charles, costruita nel 1888 come magazzino per l’artiglieria, diventò inclinata a causa del terremoto del 1907 e, ai giorni nostri, è visitabile come attrazione turistica.

Scopri le offerte vacanza di Press Tours

pulsante prenota su Press Tours
  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment