Balamku (Hopelchén, Campeche, Messico): sorprendente sito archeologico Maya

photoEscudo_CAM_Balamku_AC_balamkA

Balamku (Hopelchén, Campeche, Messico): sorprendente sito archeologico Maya

Balamku è un sito archeologico Maya di circa un km² scoperto nel 1990 tra la fitta foresta di un altopiano nel comune di Hopelchén nel sud-est dello Stato federato di Campeche in Messico. Balamku è situato a 3 km su strada asfaltata dalla Carretera Federal 186 (Chetumal-Escárcega), a 5 km dall’ingresso delle rovine del sito archeologico Maya di Calakmul. La città di Balamku fu occupata dal 300 a.C. all’800-1000 d.C. Tra le rovine scoperte in questa interessante città preispanica, le costruzioni di maggiore rilevanza risalgono al 300-600 d.C. Il sorprendente sito archeologico precolombiano di Balamku (Tempio del Giaguaro Nero in lingua Maya) è stato designato Area soggetta a conservazione ecologica in Messico nel 2003. Qui il personale addetto alla sicurezza sorveglia a vista il fregio di stucco (550-650 d.C.) di maggiore dimensione del genere ritrovato intatto finora sugli edifici in tutti gli insediamenti Maya scoperti.

Il sito archeologico parzialmente scavato dal 1994 è costituito dalle rovine di tre gruppi architettonici con edifici ravvicinati: il Gruppo Meridionale, il più significativo e lontano dall’ingresso; il Gruppo Centrale, il secondo da visitare, vicino a fonti d’acqua come il Gruppo Settentrionale finora soltanto mappato. La particolarità di questo sito è nel Gruppo Meridionale comprendente 4 piazzette (Plaza A, Plaza B, Plaza C, Plaza D) con alcuni edifici. Molto interessante è una struttura piramidale di una decina di metri di altezza con una scalinata ed elaborate facciate in gesso. Si tratta del Tempio del Giaguaro denominato Casa dei Quattro Re (Casa de los cuatro reyes) in cui è stato ritrovato intatto un fregio di stucco modellato e dipinto lungo quasi 17 metri a coronamento delle tre porte di accesso all’edificio. Nel fregio, quattro scene con personaggi che si ritiene siano sovrani rappresentano un’allegoria dell’universo secondo le complesse credenze Maya. I re e le incisioni di diversa dimensione di creature mitologiche, maschere, giaguari, coccodrilli e serpenti stilizzati con la testa rivolta all’indietro sono simboli sacri riferiti all’ordine gerarchico dal mondo supremo degli dei alla vita terrena fino al sotterraneo regno dei morti negli Inferi. Nel Gruppo Centrale si trovano 3 piazze: Plaza A con un campo da gioco di calcio mesoamericano e una serie di tumuli da scavare, Plaza B e Plaza C.

In Messico, il sito di Balamku si trova in un’area archeologica di rovine di città precolombiane Maya, alla distanza verso ovest di 15 km da Nadzca’an, di 54 km da Becan, di 61 km da Calakmul e da Xpujil. Rispetto a destinazioni turistiche nello Stato federato di Quintana Roo, Balamku è distante 181 km dalla Laguna di Bacalar e 284 km dalla località di Mahahual sulla Costa Maya, 395 km dal sito archeologico di Tulum ed a 460 km dalla cittadina balneare di Playa del Carmen.


 

Scopri le offerte vacanza di Press Tours

pulsante prenota su Press Tours

Ringraziamo per le foto e il video Ente turismo Mexico 

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment