Oranjestad (Aruba): capitale coloniale, attrazioni diverse

Isola di Aruba Caraibi spiaggia mare

Oranjestad (Aruba): capitale coloniale, attrazioni diverse

Oranjestad è la storica e moderna città marittima capitale di Aruba (Antille olandesi), territorio autonomo sotto la giurisdizione del Regno dei Paesi Bassi nei Caraibi. Oranjestad è affacciata su un porto chiuso sulla costa meridionale nelle vicinanze dell’estremità occidentale dell’isola di Aruba. Città vivace dagli edifici in architettura coloniale olandese del ‘600 tinteggiati in colori vivaci ed eleganti quartieri residenziali e centro principale di Aruba, Oranjestad offre paesaggi di bellezza naturale e conserva beni storici. Diversificata è la serie di attrazioni: spiagge di sabbia bianca (come Surfside Beach ideale per surf) lambite dal Mare dei Caraibi ideale per sport acquatici (snorkeling, escursioni in barca, parapendio, pesca), per rilassarsi al sole o nelle molte zone ombreggiate, con comodo servizio bar; edifici storici pubblici e privati e monumenti (dedicati a eminenti politici locali, alla regina Guglielmina dei Paesi Bassi, ad eroi nazionali di guerra); negozi d’alta classe (in particolare boutique ed oreficerie), lussuosi centri commerciali (Royal Plaza Mall, Renaissance Mall, Renaissace Marketplace), una moltitudine di negozi di souvenir e di prodotti di artigianato locale per shopping; animata vita notturna; festeggiamenti pubblici (carnevali, festival, sfilate) nel corso dell’anno. La città è affacciata su un centrale porto franco trafficato da navi da crociera, da cargo per esportazioni commerciali, con il porticciolo turistico principale dell’isola. Tra il terminal crociere e il centro città, un tram che transita lungo il viale Main Street effettua fermate nelle vicinanze dei monumenti, dei musei e delle zone per shopping. Percorrendo il Watty Vos Boulevard si arriva dalla città all’aeroporto internazionale (a 1,7 km a sud-ovest).

Isola di Aruba foto ente del turismo città carnevale donna

Interessanti da visitare sono: il complesso di Fort Zoutman (1796), la costruzione più antica, eretta a difesa della città dai pirati, comprendente l’annessa Torre Willem III aggiunta nel 1868 quale faro e torre dell’orologio, l’Aruba Historical Museum) e il folcloristico Bon Bini Festival ogni martedì sera; l’elegante Dr Eloy Arends House (1922) tinteggiata in verde e bordata in bianco ai giorni nostri sede del consiglio comunale; la zona portuale con il più grande porticciolo turistico per barche a vela e yacht sull’isola; l’ombreggiato Queen Wilhelmina Park in onore della regina olandese in carica più a lungo (1890-1948). Tra i musei, l’Aruba Archaeological Museum ospitato nell’ex-dimora coloniale della famiglia Ecurya, facoltosi mercanti nel ‘900, e l’Aloe Museum and Factory (1890) nell’Hato Plantation (a circa 6 km verso nord-ovest dalla città), importante testimonianza storico-economica.

In origine l’area della moderna Oranjestad fu abitata dagli indiani Arawak provenienti dal Sudamerica. Gli esploratori spagnoli arrivarono all’inizio del ‘500. Verso la metà del ‘600 sopraggiunsero gli olandesi colonizzatori. Nel 1796 fu costruito Fort Zoutman con intorno l’insediamento denominato Paardenbaai (‘città sulla baia dei Cavalli’) in lingua olandese in quanto sito di allevamenti di equini da parte degli indigeni a scopo di esportazione nella vicina isola di Curaçao. Da allora la città fu designata la capitale dell’isola di Aruba. Attorno al 1820 i capi coloniali olandesi denominarono l’insediamento come Oranjestad in onore del primo re Guglielmo I d’Orange dei Paesi Bassi. In quel periodo accrebbe l’interesse per Aruba in seguito alla scoperta di depositi alluvionali di oro.

Isola di Aruba foto ente del turismo mare spiaggia e barca

Scopri le offerte vacanza di Press Tours

pulsante prenota su Press Tours
  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment