fbpx

Shirakawa-go (Shirakawa, Chubu, Giappone): Patrimonio mondiale UNESCO

Alessia Giappone

Shirakawa-go (Shirakawa, Chubu, Giappone): Patrimonio mondiale UNESCO

Shirakawa-go (Shirakawa-mura) è un borgo storico nel villaggio tradizionale di Shirakawa nel distretto di Ōno nell’estremità settentrionale della prefettura di Gifu nella regione di Chūbu sull’isola di Honshū nel centro del Giappone. Situato nella valle del fiume Shogawa in una regione montuosa coperta di foreste rimasta isolata a lungo, il villaggio tradizionale di Shirakawa-go è stato designato Patrimonio mondiale dall’UNESCO nel 1995. Il piccolo villaggio di Shirakawa-go è caratterizzato da grandi abitazioni antiche costruite in legno a partire dalla fine del ‘700-inizio dell’800 in uno stile architettonico unico in Giappone: il Gassho (“le mani congiunte”).

Tempi della scuola Chinzei Giappone

I casali gasshō-zukuri tradizionali a tre o quattro piani con scale in legno sono coperti da alti tetti triangolari rivestiti di paglia, spioventi come le mani congiunte in preghiera, in modo da poter resistere alle forti nevicate in inverno. La grande mansarda sottotetto a due o tre piani delle case gasshō-zukuri era destinata all’allevamento di bachi da seta, fonte di sussistenza come la coltivazione del gelso. Il piano terra veniva spesso sfruttato per produrre nitrato di potassio, l’elemento chimico di base per ottenere la polvere da sparo. Oltre a queste motivazioni strutturali, commerciali, economiche, sociali (ospitavano famiglie molto numerose), queste fattorie rimaste tradizionali erano separate da appezzamenti di terreno coltivato e perfettamente inserite nell’ambiente.

Fondato nell’XI secolo, Ogima-chi è il villaggio principale nella zona di Shirakawa (distante 4,2 km). L’attrazione di maggiore richiamo è la serie di oltre 11o case costruite più di due secoli fa in stile architettonico Gassho. Alcune di queste sono tuttora abitate (Wada House, l’abitazione residenziale più grande in paese, con due piani aperti al pubblico). Altre sono state convertite in musei: il Tajima House Museum of Silk Culture, l’unico museo dedicato alla sericoltura nel villaggio; l’Heritage Museum Minkaen all’aperto che riceve il pubblico in 26 fattorie storiche in stile Gassho, trasferite da Shirakawa-go corredate di oggettistica d’epoca all’interno, che includono la fattoria più storica, la Yamashita House, del ‘700. Durante l’inverno, il villaggio Ogima-chi viene coperto da anche due metri di neve trasformandosi in un paesaggio ancor più favoloso. Per renderlo più spettacolare, il paese allestisce eventi di speciale illuminazione artificiale durante alcuni fine settimana di gennaio e febbraio.

Scopri le offerte vacanza di Presstour

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment