fbpx

Parco Nazionale di Amboseli (Kenya): elefanti e Big Five

Kenia tour i leoni che bevono

Parco Nazionale di Amboseli (Kenya): elefanti e Big Five

Kenia Masai che ballanoIl Parco Nazionale di Amboseli è situato nel distretto di Loitoktok, nella contea di Kajiado, nel Kenya meridionale, al confine con la Tanzania nell’Africa Orientale. Riserva meridionale per i Maasai nel 1906, Riserva di caccia nel 1948, Parco Nazionale del Kenya nel 1974 per proteggerne la biodiversità, l’Amboseli fu designata Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1980. A un’altitudine di circa 1.200-1.350 m s.l.m., il Parco Nazionale di Amboseli di 390 km² di superficie è rinomato per la fauna selvatica, in particolare i branchi e le mandrie di stupendi elefanti africani, e per la notevole bellezza del paesaggio dominato dal maestoso Monte Kilimanjaro (5895 metri s.l.m.) in lontananza. A 233 km a sud-est dalla città di Nairobi, la capitale del Kenya, il parco visitabile partecipando a safari guidati su automobile è ideale per scattare spettacolari fotografie naturalistiche.

Kenia tour ile giraffe che corrono

Il parco protegge una moltitudine di animali selvatici in libertà come i Big Five (elefanti, leoni, leopardi, bufali, rinoceronti), impala, giraffe, zebre, manguste, sciacalli, iene, gnu. Tra residenti e migratorie, le 600 specie di uccelli, in particolare acquatici, e le circa 50 specie di rapaci sono entusiasmanti per attività di birdwatching. Il territorio con scarsa vegetazione resistente a mesi di siccità favorisce l’osservazione della fauna selvatica nel suo habitat. Con tre coni vulcanici in fase di quiescenza, il Monte Kilimanjaro, il monte più alto in Africa, è situato a sud-est, all’esterno dei confini del parco, nella Tanzania nordorientale.

L’ecosistema semiarido del Parco Nazionale di Amboseli comprende praterie tropicali in pianure sconfinate, savane da pascolo con boschi di alberi di acacia, zone rocciose di origine vulcanica con arbusti spinosi, lo stagionale Lago Amboseli che in parte si allaga durante la stagione delle piogge e richiama uccelli acquatici, zone umide con sorgenti e con paludi d’acqua dolce con piante di papiro. Il ghiaccio e la neve sul Kilimangiaro si sciolgono in acqua che filtra attraverso le rocce vulcaniche. Così si formano corsi d’acqua sotterranei che fluiscono fino all’area del parco alimentandone una vasta palude, sorgenti e stagni frequentati dagli animali selvatici.

La bassa collina denominata Observation Hill è il punto panoramico migliore per osservare e per fotografare il Parco Nazionale di Amboseli, in prevalenza pianeggiante eccetto alcune formazioni rocciose. Al di sotto della collina, una vasta palude è alimentata dall’acqua fresca sotterranea che fluisce dal Kilimangiaro e che attira elefanti, ippopotami, bufali e numerosi uccelli acquatici. Soltanto ad Observation Hill è possibile scendere dall’automobile.

Scopri le offerte vacanza di Presstour

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment