fbpx

Quiriguá (Los Amates, Izabal, Guatemala): sito archeologico Maya

Sito archeologico Maya foto archivio Presstour

Quiriguá (Los Amates, Izabal, Guatemala): sito archeologico Maya

Sito archeologico google mapsQuiriguá è il sito archeologico Maya di superficie di medie dimensioni (3 km²) sulla riva del fiume Motagua nel comune di Los Amates nel dipartimento di Izabal nel nord-est del Guatemala. Le rovine del piccolo centro urbano dell’antica civiltà Maya furono scoperte nel 1840, visitate nel 1881, scavate dal 1974 al 1979. Quiriguá fu dichiarato Monumento Nazionale (1970) e Parco Archeologico Nazionale del Guatemala (1974). Il Parco archeologico e le rovine di Quiriguá (denominate come il vicino villaggio omonimo) furono designate Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1981 per motivi culturali. Abitata fin dal II secolo d.C., nel VII secolo Quirigua diventò la capitale, la residenza reale e il centro amministrativo di un prospero stato Maya autonomo. Il drastico calo di popolazione nel IX secolo fu seguito dall’abbandono della città.

Straordinario esempio con il più esteso parco di capolavori artistici Maya, il sito è importante in particolare per la ricchezza di sculture più che per l’architettura cerimoniale. In particolare sono di valore eccezionale le 17 stele monolitiche, monumenti scolpiti a bassorilievo tridimensionale su un blocco unico di pietra arenaria locale senza utilizzare utensili di metallo tra il 426 d.C. e l’810 d.C. nel Periodo Classico. Capolavori che attestano l’eccezionale abilità artistica degli scultori, le stele sono tra quelle di maggiore altezza scoperte nelle Americhe. Le stele sono scolpite con testi geroglifici Maya tra i più complessi che riportano date significative del calendario riguardanti la mitologia Maya, fenomeni naturali come le eclissi, eventi sociali, economici, storici e politici cittadini. Le sculture zoomorfe (giaguari, coccodrilli, rospi, rapaci) e antropomorfe sono considerate tra le opere precolombiane scoperte di migliore fattura.

Al centro città si allarga la Grande Piazza (Gran Plaza), la più ampia scoperta nella regione Maya. Intorno a questa piazza, alla Piazza Cerimoniale e alla Piazza del Tempio si stagliano sulle colline i complessi monumentali con struttura elaborate a piramide con terrazze e scalinate. Il centro cerimoniale è stato progettato intorno a tre piazze. A nord, attorno alla Grande Plaza (la più vasta della regione Maya) si trovano l’Acropoli (a sud) con la Piazza del gioco della palla (Plaza del Juego de Pelota) all’estremità meridionale. Gli edifici pubblici amministrativi e residenziali della classe dominante dell’Acropoli costituiscono il più esteso complesso architettonico di Quiriguá. L’Acropoli fu costruita a partire dal 550 d.C. fino al periodo dell’abbandono della città nell’810 d.C.

Scopri le offerte vacanza di Presstour

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment