fbpx

Isola del Sole (Lago Titicaca, la Paz, Bolivia)

Lago Titicaca, la Paz, Bolivia

Isola del Sole (Lago Titicaca, la Paz, Bolivia)

Bolivia isla del sol lago titicacaL’Isola del Sole (Isla del Sol) è situata nella parte meridionale del lago Titicaca nel municipio di Copacabana nella provincia di Manco Kapac nel dipartimento di La Paz in Bolivia. Collinare e rocciosa, con panorami lagunari mozzafiato anche sulla gemella Isola della Luna, l’Isola del Sole è la più estesa tra quelle presenti nel lago Titicaca. Al confine tra la Bolivia settentrionale e il Perù meridionale, questo lago (3.821 m s.l.m.) è navigabile a più alta quota al mondo. L’incantevole Isola del Sole (4.075 m s.l.m.) a maggiore altitudine esistente è raggiungibile in circa due ore di navigazione su imbarcazioni che salpano due volte al giorno dal porto della località balneare di Copacabana oppure partecipando a tour organizzati.

Sull’Isola del Sole (Isola Titicaca) sono state scoperte circa un’ottantina di rovine archeologiche precolombiane Inca. Questi siti archeologici Inca del XV secolo comprendono i complessi passaggi e tunnel a labirinto rimasti di Palazzo Chincana (Palacio del Inca) in pietra, un tempio costruito nel 1200 dedicato alla venerazione della divinità andina Inti, il dio Sole, e tratti di una strada antica. Unico per le caratteristiche costruttive è il sontuoso Palazzo Pilcocaina (Palacio de Pilkokaina) o Tempio del Sole (Templo del Sol) con diverse nicchie adibite ad altari sacri nelle pareti di pietra e fango. Secondo le leggende, il primo imperatore degli Incas, Manco Cápac (Manco Kapac, figlio di Inti, il dio Sole) e la sua sposa Mama Ocllo lasciarono la Roccia Sacra (Roca Sagrada) o Rocca delle Origini (Roca de los orígenes) nel nord dell’isola per andare a fondare la città di Cusco. Reperti archeologici attestano che l’isola fu abitata dal 3000 a.C. e, in particolare, in maniera continuativa dal 2200 a.C. fino ai giorni nostri.

Priva di strade asfaltate e di traffico di veicoli a motore, l’Isola del Sole è sede di numerosi villaggi indigeni tradizionali abitati da diverse comunità che parlano le lingue Quechua (nativa americana del Sud America e dell’impero Inca) e Aymara, entrambi ufficiali in Bolivia e in Perù. I villaggi principali sull’isola sono quelli di Challapampa (con un piccolo museo archeologico vicino all’estremità settentrionale), Challa (sulla costa centro-orientale) e il più turistico Yumani (a sud) con la piccola Chiesa di Sant’Antonio (Iglesia de San Antonio). In questo villaggio, una scalinata di pietra (Escalinatas de Yumani) dell’epoca Inca conduce a una fontana con tre sorgenti d’acqua, sito sacro per gli Incas (Fuente de los Incas), considerata la leggendaria fontana dell’eterna gioventù (Fuente de la Eterna Juventud), alla quale attingono tutti i residenti locali ai giorni nostri.

Sull’Isola del Sole, l’economia è basata sull’agricoltura praticata su migliaia di terrazzamenti preparati dagli antichi coltivatori Inca sui pendii delle colline, sulla pesca, sulla pastorizia di sussistenza, sull’artigianato e sul turismo.

Scopri le offerte vacanza di Presstour

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment