fbpx

Monkeyland Primate Sanctuary (Sudafrica)

Sudafrica veduta

Monkeyland Primate Sanctuary (Sudafrica)

Il Monkeyland Primate Sanctuary in Sudafrica è l’unico santuario faunistico al mondo che ospita diverse specie di primati. Aperto al pubblico dal 1998, il Monkeyland Primate Sanctuary è situato in The Crags a 24 km a sud-ovest dalla cittadina di Plettenberg Bay nella provincia del Capo Occidentale in Sudafrica. Insieme al Birds of Eden e al The Jukani Wildlife Sanctuary, il Monkeyland Primate Sanctuary costituisce il South African Animal Sanctuary Alliance (SAASA), santuario faunistico pluripremiato come importante attrazione turistica sostenibile destinata al benessere di animali selvaggi.

Nell’area delimitata della foresta indigena occupata dal Monkeyland Primate Sanctuary, oltre 700 esemplari di 11 specie di primati (lemuri, gibboni, scimmie cappuccine, scimmie scoiattolo, scimmie urlatrici, ecc.) vivono protetti muovendosi liberamente nel loro habitat naturale. Il loro stile di vita è il più simile possibile a quello dello stato brado in natura. Fino alla fine dei loro giorni, questi primati possono nutrirsi nel sottobosco erboso e arbustivo della foresta e arrampicarsi sugli alberi alti fino a quaranta metri entro i confini del santuario.

I primati ospitati nel Monkeyland Primate Sanctuary sono in età avanzata, mentalmente problematici, disabili (a causa della vista scarsa, degli arti amputati, ecc.) e provengono da situazioni di costrizione in cattività con detenzione in gabbie in contesti domestici, in giardini zoologici, in laboratori. Una volta accolti in condizioni critiche, i primati devono essere riabilitati sia fisicamente, sia emotivamente prima di poter essere eventualmente liberati nel santuario. Il rifugio in sicurezza, le cure appropriate e l’assistenza nel centro di conservazione del Monkeyland Primate Sanctuary consentono ai primati debilitati di riprendersi e di godere di buona salute.

Nel santuario, i vistatori partecipano a safari per osservare le scimmie in compagnia guide multilingue qualificate che forniscono innumerevoli informazioni sull’attività di conservazione dei primati. I visitatori non possono toccare i primati, ma è consentito fotografarli ed effettuare riprese video. Le passeggiate di oltre un chilometro conducono su passerelle sospese sull’alto baldacchino degli alberi da dove si ammira una spettacolare vista panoramica sulla foresta. Il santuario è attrezzato con servizi per il pubblico: un ristorante, una terrazza panoramica e un negozio di souvenir.

Scopri le offerte vacanza di Presstour

  • Seguici su :

No Comments

Post A Comment